Nella dietetica indiana i gusti degli alimenti, dall’acido al salato, influenzano il funzionamento dell’organismo. Perciò è importante preferire piatti preparati con più sapori miscelati in modo equilibrato, come negli esempi proposti dal nostro chef Simone Salvini

4 ricette della cucina ayurvedica: Carciofi croccanti al sesamo con insalatina - Piadina di ceci con purè di sedano rapa allo zafferano - Purè di sedano rapa con cavoletti di Bruxelles, indivia e lupini - Pere sciroppate alla rosa canina con pane caramellato

Secondo la tradizione ayurvedica il cibo è composto da 6 macrogusti chiamati rasa. Questi sono: l’acido, l’amaro, l’astringente, il dolce, il piccante e il salato. Ogni rasa è riconducibile non solo a un sapore caratteristico ma anche a una funzione metabolica. Tanto per dare un’idea, il gusto acido stimola le papille gustative e di conseguenza il sistema digestivo. Tra i cibi lo possiamo trovare nel succo di limone e di pompelmo, mele verdi e yogurt. Il gusto amaro, invece, purifica l’organismo e depura il sangue: le verdure a foglia verde, molte erbe aromatiche e il rafano si caratterizzano per questo gusto. Mentre il sapore astringente (legumi, cachi, kiwi) svolge un effetto equilibratore sia a livello psichico che fisico ed è leggermente sedativo. Anche al gusto dolce viene assegnato un effetto calmante su psiche e corpo; si considerano di questo sapore tutti i tipi di dolcificanti, le patate, i cereali, la frutta matura e quella essiccata. Possiede, invece, un’azione stimolante, riscaldante e contribuisce a rafforzare le difese immunitarie il gusto piccante, tipico di tantissime spezie. Infine il sapore salato stimola l’appetito e svolge un effetto equilibratore sul bilancio idrico; sono cibi salati la salsa di soia, le alghe marine e tutti i cibi che contengono molto sale in generale. È perciò importante inserire più gusti possibili all’interno di un pasto: in questo modo, oltre a insaporire le ricette con vivacità, si otterrà il vantaggio di attivare più funzioni metaboliche per il buon funzionamento dell’organismo.

Alcune ricette di cucina ayurvedica.

Carciofi croccanti al sesamo con insalatina
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Simone Salvini


Purè di sedano rapa con cavoletti di Bruxelles, indivia e lupini
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Simone Salvini

Pere sciroppate alla rosa canina con pane caramellato
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Simone Salvini

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome