Un primo piatto di pasta che non solo contiene le ottime vitamine dei peperoni ma anche le proteine vegetali dei fagioli borlotti. Una pasta che può diventare anche un perfetto piatto unico

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Facile
20 minuti di preparazione
25 minuti di cottura
Impatto glicemicomedio
450 chilocalorie

Istruzioni

  1. Scaldate 4 cucchiai d'olio in un padellino, unite il peperoncino e lo spicchio d'aglio leggermente schiacciato (o tritato, se gradite un sapore più intenso) e proseguite per qualche minuto sul fuoco al minimo, senza arrivare a soffriggere. Eliminate aglio (se l'avete usato intero) e peperoncino e versate l'olio in una ciotola abbastanza capiente da contenere, poi, la pasta e le verdure. Unite altri 2 cucchiai d'olio, un pizzico di sale, una macinata di pepe, i capperi ben dissalati e tritati, l'erba cipollina, il basilico e il prezzemolo tritati, l'origano e la maggiorana. Emulsionate bene e lasciate riposare.
  2. Cuocete i peperoni ridotti in falde sulla piastra per 10 minuti o finché saranno ben grigliati ma non troppo molli o bruciacchiati. Pelateli e riduceteli in listarelle, quindi uniteli insieme ai fagioli nella ciotola con il condimento, copritela e lasciate insaporire al fresco.
  3. Lessate le farfalle in abbondante acqua salata e profumata con la curcuma, scolatele al dente e conditele subito con un filo d'olio. Tuffatele nella ciotola con il condimento, aggiungete anche le olive divise a metà e mescolate accuratamente. Lasciate raffreddare la pasta e poi tenetela in frigorifero per almeno 30 minuti, dando il tempo a tutti i sapori di amalgamarsi bene. Servitela a temperatura ambiente, guarnendo, a piacere, con altre erbe aromatiche.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome