5 | 4 voto/i

Approfittiamo degli ultimi finocchi di stagione per preparare insieme una sensuale e cremosa vellutata da servire tiepida o calda in base al clima esterno del momento. Ci abbiniamo un insolita trota ai profumi aggrumati facilmente sostituibile, se non si ama il pesce, con del primo sale o tofu bianco naturale conditi allo stesso modo. Per poi enfatizzare con un intensa crema di rucola che ognuno potrà dosare secondo preferenza personale, ma che saprà dare un tocco decisamente esaltante!!!

La polivalenza dei finocchi è enorme e con questo umilissimo ortaggio, come già altre volte ho fatto notare, si può realizzare davvero di tutto con grandi soddisfazioni finali.

Lo si può fare in composizioni estremamente semplici dove i finocchi già solamente puliti, tagliati in spicchi e presentati a tavola con una ciotolina di buon olio mescolato a pepe, poco succo di limone e volendo anche la loro buccia grattugiata sono un aperitivo/antipasto perfetto sopratutto se abbinato a buone e fresche bollicine.

Advertisement

Ma anche in composizioni elaborate i finocchi mantengono la loro personalità che sa farsi sentire sempre con molto garbo e gentilezza e molto più di tanti altri ortaggi.

La loro stagione “vera” è verso la fine anche se come acquisito ormai da tempo i finocchi si trovano poi tutto l’anno, quelli invernali o di inizio primavera però hanno sicuramente una marcia in più.

Tanto da poter più che mai sfruttare ogni singola parte che non andrebbe mai sprecata, in particolare se abbiamo la fortuna di reperirli biologici.

Quello che succede in questa vellutata densa e molto piacevole in cui a contrasto dei finocchi abbiamo da un lato dei cubetti di trota agrumati delicatamente cotti in forno e una più incisiva crema di rucola con anacardi da dosare, questa, con molta attenzione in base ai gusti personali vista la sua forte personalità!!

Vellutata delicata di finocchi, trota e crema di rucola

Ingredienti per 4 persone:

  • 3-4 finocchi,
  • 1 l circa di brodo vegetale,
  • 250 g di filetti di trota puliti da lische e pelle,
  • 1 cucchiaino raso di buccia di arancia grattugiata,
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato,
  • 80 g di rucola,
  • 40 g di anacardi,
  • olio extravergine d'oliva,
  • sale

Preparazione

  1. Mettere gli anacardi in una ciotola, coprirli con abbondante acqua tiepida e lasciarli in ammollo per due ore circa.
  2. Pulire con cura i finocchi recuperando tutte quelle parti normalmente scartate, lavare molto bene, tenere da parte la barbetta verde e tagliare tutto il resto in piccoli pezzi.
  3. Trasferirli in una pentola insieme al brodo vegetale, coprirli e cuocerli per 20-25 minuti circa.
  4. Sciacquare la trota, con un coltello sezionarla in piccoli cubetti e condirla con la buccia di arancia, poco olio e lo zenzero fresco grattugiato, sistemarla su un foglio di carta da forno e cuocerla a 150 gradi circa per 10 minuti circa profumandola con questi aromi.
  5. Pulire e lavare la rucola, trasferirla con gli anacardi ben scolati in un bicchiere di un frullatore e iniziare a frullare creando una cremina di base da equilibrare versando 2-3 cucchiai di olio e regolare di sale, se troppo densa unire un poco di acqua o brodo freddo.
  6. Frullare finemente anche i finocchi con la barbetta verde tenuta da parte in modo da ottenere una crema vellutata molto densa da distribuire calda o tiepida nei piatti.
  7. Metterci sopra i cubetti di trota salmonata e macchiare con la crema di rucola, portare in tavola e degustare tutto insieme con se si gradisce un filo d’olio a crudo finale.
5 | 4 voto/i

Con gli ultimi finocchi di stagione una vellutata molto speciale! - Ultima modifica: 2022-04-29T18:38:13+02:00 da Giuseppe Capano
Con gli ultimi finocchi di stagione una vellutata molto speciale! - Ultima modifica: 2022-04-29T18:38:13+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome