Millefoglie con gamberi e crema di zucca allo zenzero - Ultima modifica: 2016-11-18T01:49:22+00:00 da Redazione
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Media
60 minuti di preparazione
40 minuti di cottura
600 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura
Per le crespelle
  • 250 g farina
  • 3 Uova
  • 250 ml Latte
  • Olio di oliva extra vergine
  • Sale

Istruzioni

  1. Preparate la pastella per le crespelle. Battete le uova in una ciotola, incorporate la farina setacciata, un cucchiaio d’olio e il latte, salate leggermente e lasciate riposare per 30 minuti.
  2. Mettete da parte 8 gamberi, sgusciate i rimanenti e tritatene le code (tenetele da parte). Quindi preparate un brodo con 500 ml d’acqua, il dado, le teste e i carapaci dei gamberi; fate sobbollire per 20-30 minuti. Alla fine, filtrate il brodo.
  3. Mondate la zucca e riducetela in cubetti di 2-3 centimetri; tagliate a tronchetti il porro. In un tegame rosolate la zucca, il porro, lo spicchio d’aglio, unodue rametti di rosmarino e 3 cucchiai d’olio, poi aggiungete un po’ di brodo bollente, mettete il coperchio e proseguite per circa 20 minuti a fuoco basso.
  4. Cuocete le crespelle in un padellino da circa 18 cm di diametro, versando la pastella sufficiente per ricoprirne il fondo. Dovrete ottenerne una dozzina.
  5. Frullate gli ortaggi stufati aggiungendo un po’ per volta il brodo di gambero, fino a ottenere una crema densa e spalmabile.
  6. Saltate in padella, un minuto per parte, gli 8 gamberi con 2 cucchiai d’olio, poi scolateli e unite all’olio rimasto in padella il trito di gamberi, un pizzico di sale e fate cuocere a fiamma bassa per 4-5 minuti mescolando sempre

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome