Le barbabietole: un integratore naturale


Ricche di potassio e ferro, le barbabietole, col loro sapore delicatamente dolce, sono un ingrediente perfetto da inserire nella dieta quotidiana, per una vera e propria “scorpacciata” d’energia

5 ricette con le barbabietole: Cupole di barbabietole e pere - Dadolata di sedano rapa, patate e barbabietola - Lasagne rosa di barbabietola con cime di rapa e zucca - Tagliatelle viola con salsa gialla allo zafferano - Dessert rosa alla vaniglia e cioccolato

Le barbabietole appartengono alla stessa famiglia delle bietole e degli spinaci, ma, a differenza di questi, delle barbabietole si mangiano anche le radici che possono essere sferiche o oblunghe. Le foglie hanno un gusto intenso e amaro. Per il loro leggero contenuto di zucchero, le barbabietole sono deliziose per il consumo crudo, ma spesso sono cotte o preparate sotto aceto.
Le barbabietole sono una fonte eccellente di acido folico e una buona fonte di fibre, ferro e potassio; grazie a queste proprietà sono un alimento utile per chi soffre di esaurimento fisico, per gli sportivi, per chi ha le difese immunitarie deboli, per i vegani di stretta osservanza.

Come si scelgono e si conservano

•    Le barbabietole di buona qualità devono presentare le parti verdi intatte, fresche e senza alcun segno di deterioramento.
•    Le radici delle barbabietole dovrebbero essere sode, lisce e di colore rosso.
•    Le barbabietole fresche, con le foglie attaccate, possono essere conservate in frigorifero per 3-5 giorni, ma quelle prive di foglie possono mantenersi per 2-4 settimane.
•    Le barbabietole crude non sono adatte a essere congelate perché tendono a diventare molli dopo lo scongelamento. Quelle cotte, invece, possono essere congelate senza che perdano gusto e consistenza.

Godiamoci tutta l’energia delle barbabietole con queste ricette complete e saporite





Le barbabietole: un integratore naturale - Ultima modifica: 2011-09-14T00:00:00+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome