È l’alimento simbolo della nostra cultura alimentare, e anche raffermo può dare vita a un’infinità di squisite ricette, salate e dolci, come quelle che vi proponiamo

5 ricette con il pane raffermo: Passatelli asciutti al formaggio di fossa con pomodorini e olive - Broccoletti arrosto con fonduta al taleggioCanederli al tofu con funghi e radicchio Mousse di sedano e cannellini con bruschette - Torta di pane e mele

Da sempre è un cibo considerato prezioso. Tuttavia negli ultimi decenni, tempi di benessere e di diete, il pane era stato un po’ messo da parte. Oggi questo alimento, fortunatamente, conosce un nuovo periodo d’oro grazie a più fattori: il boon della panificazione casalinga che conquista sempre più adepti; la rivalutazione nei ristoranti, che fanno la corsa al cestino del pane più ricco e vario; il ritorno (dopo anni di pani sempre più industrializzati) di veri artigiani del pane, che sfornano prodotti di grande qualità, con rispetto delle tradizioni ma anche con creatività e innovazione. Però, sia che si compri o che si autoproduca, accade facilmente che il pane avanzi e che, troppo spesso, non si sappia cosa farne. Buttarlo? Mai! Il pane avanzato non si getta, per rispetto di questo cibo così importante e perché, con piccoli accorgimenti e trucchi, se ne possono ricavare una moltitudine di piatti nuovi e differenti, che tutto sembrano tranne che “avanzi”.

Come riciclare il pane avanzato?

Pratico pangrattato
È certamente uno degli utilizzi più semplici del pane raffermo, ma la sua perfetta realizzazione non è così scontata. Innanzitutto, il pane deve essere perfettamente secco e asciutto prima di essere grattugiato, poi deve essere conservato adeguatamente, in un luogo assolutamente privo di umidità e leggermente aerato, per evitare che faccia la muffa o irrancidisca. Grattugiato finemente si presta alla realizzazione di gnocchi, passatelli, per crocchette e ripieni e per le panature più classiche. Mentre grattugiato più spesso si può utilizzare per creare delle panature più croccanti, adatte anche per gratinare, magari aromatizzate con erbe e frutta secca. Infine, grattugiato grossolanamente e rosolato in poco olio (magari profumato con aglio) diventa un ottimo condimento per un piatto di pasta o di verdure.

Tostato è goloso
Si può anche trasformare il pane raffermo in croccanti crostini da servire, ad esempio, con una zuppa o per arricchire un’insalata. Preparateli tagliando il pane a fette di mezzo centimetro, oppure a cubetti, e doratelo in padella con poco olio con un pizzico di sale o con erbe aromatiche e spezie a piacere. In alternativa, condite il pane e infornatelo fino a raggiungere la doratura desiderata.

Ecco delle nostre sfiziose proposte.

Passatelli asciutti al formaggio di fossa con pomodorini e olive
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Diletta Poggiali

Broccoletti arrosto con fonduta al taleggio
Difficoltà: Media
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Canederli al tofu con funghi e radicchio
Difficoltà: Facile
Preparazione: 45 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Mousse di sedano e cannellini con bruschette
Difficoltà: Media
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Torta di pane e mele
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome