I suoi minuscoli grani, di una rotondità perfetta, sono quasi dimenticati nella nostra cucina, eppure il miglio ha una lunga tradizione culinaria nell’area mediterranea. Si può riscuotere grande successo grazie alla notevole varietà di preparazioni che si possono fare con questo cereale, proviamone alcune insieme

5 ricette con il miglio: Sformato di miglio e scalogni - Migliotto agli spinaci - Miglio con i porri - Contorno di miglio con porri e zucca - Budino di miglio e mandorle al cioccolato

Chi è estraneo all'alimentazione naturale conosce il miglio come ingrediente per il mangime degli uccellini. In realtà, è un cereale che porta molti benefici alla salute dell’uomo. I grani del miglio, minuscoli e a forma di perlina, vanno dal grigio al giallo e perfino al rosso. Poiché il chicco del miglio è racchiuso fra gumelle molto sottili, non ne è possibile la sbramatura come per gli altri cereali. Si utilizza, dunque, nell’alimentazione umana, sempre decorticato.
Il miglio è un cereale ipoallergenico e privo di glutine e, come tale, è un’alternativa perfetta al frumento. E' una buona fonte di fibre e protegge contro malattie cardiache, diabete, cancro. Viene anche considerato un protettivo e rinforzante della cute e dei suoi annessi. La sua particolare formula, contenente acido silicico, ne farebbe un prodotto con valenze cosmetiche ragguardevoli, capace di agire come rinforzante e ringiovanente della pelle, dei capelli, delle unghie e dello smalto dei denti.

Buono a sapersi

•    Nell’acquistare il miglio, è importante controllare che non presenti tracce di umidità: se è venduto sfuso, verificate che i contenitori siano coperti.
•    In un contenitore a chiusura ermetica, in luogo fresco e asciutto, si conserva per diversi mesi.

Suggerimenti per la preparazione

Il miglio va sciacquato accuratamente in acqua fredda per eliminare eventuale sporcizia e sostanze estranee. Dopo averlo risciacquato, versate 2 parti e mezza di miglio in acqua bollente o in un brodo vegetale. Quando il liquido riprende il bollore, abbassate la fiamma, coprite e continuate la cottura per circa 20 minuti: questa tecnica manterrà il miglio soffice. Se volete una consistenza cremosa, mescolatelo spesso aggiungendo acqua se necessario. Per dare al miglio un sapore di nocciola, tostate i grani a fuoco medio in una padella senza aggiunta di grassi e mescolate fino a quando assumono un colore dorato. Versatelo poi nell’acqua bollente.

Ecco alcune ricette per valorizzarlo al meglio.

Sformato di miglio e scalogni
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Federica Ferrara

Migliotto agli spinaci
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Giuliana Lomazzi

Miglio con i porri
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti

Contorno di miglio con porri e zucca
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Barbara Asprea

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome