Biscottini vegan, senza glutine e con farina di mais

Biscottini vegan, senza glutine e con farina di mais

Sollecitato da Antonia ho pensato di inserire una ricetta a base di farina di mais.

La particolarità della ricetta è che non solo riesce a fare a meno sia delle uova che dei latticini diventando un ottimo dolce vegan, ma anche del glutine grazie proprio alla presenza della farina di mais sommata a altri tipi di addensanti.

Nella ricetta c'è anche un esempio di una delle diverse tecniche che consentono di rinunciare alle uova nella preparazione dei dolci, non funziona con tutto ma in questo tipo di preparazioni da dei buoni risultati.

Non è un impasto facilissimo, ma con un po' di impegno si possono ottenere ottimi risultati, se non avete problemi di intolleranza al glutine potete sostituire la farina di riso e la fecola con normale farina bianca semplificando abbastanza la lavorazione. La voluta assenza di glutine deriva dal fatto che questi biscottini sono presenti nel mio libro "Cucina mediterranea senza glutine" di cui è uscita a novembre la seconda edizione.

Per il blog ho fatto alcune piccole variazioni, la foto si riferisce alla ricetta del libro, ma posso garantire che il risultato finale è pressoché uguale. Fatemi sapere le vostre impressioni.

Biscottini vegan, senza glutine e con farina di mais

Foto Copyright : Chef Giuseppe Capano

Ingredienti per 6/8 persone:

  • 50 g di mandorle sgusciate,
  • 6 cucchiai di olio di girasole,
  • 1 arancia,
  • 75 g di farina di riso,
  • 75 g di fecola di patate,
  • ½ bustina di lievito per dolci o cremortartaro,
  • 100 g di farina di mais macinata fine,
  • 80 g di zucchero,
  • 100 g di gocce di cioccolato,
  • poco latte di soia,
  • un pizzico di sale.

Preparazione:

  1. Tritare finemente le mandorle e mescolarle con l'olio, lavare e asciugare l'arancia, grattugiare 1 cucchiaino della buccia e mescolarla con l'olio di mandorle, montare alcuni minuti con una frusta elettrica.
  2. Setacciare la farina di riso, la fecola e il lievito, mescolarli con la farina di mais e disporre il tutto a fontana su una spianatoia lasciando un largo buco centrale.
  3. Aggiungere lo zucchero, l'olio alle mandorle, le gocce di cioccolato e il sale, cominciare a impastare e aiutandosi con poco latte ottenere una massa omogenea da lasciare riposare per 30 minuti circa in frigorifero.
  4. Prelevare una piccola noce dell'impasto e con le mani leggermente infarinate formare delle palline da schiacciare leggermente e disporre in fila su una teglia coperta con carta da forno.
  5. Cuocere i biscotti nel forno caldo a 180 gradi circa per 10-15 minuti. Se si preferisce è possibile arrotolare delicatamente un poco di impasto ottenendo un cordoncino, unirlo alle estremità e formare delle piccole ciambelline, in questo caso però meglio diminuire a 60 g le gocce di cioccolato, se troppo abbondanti ostacolano la formazione dei cordoncini.
  6. Usare i biscotti per la prima colazione, per un dessert accompagnarli con una macedonia di agrumi aromatizzata con poco miele e del liquore aromatico a scelta.

1 COMMENTO

    • Già i semi di papavero, per la fretta li ho per sbaglio inseriti tra gli ingredienti, scusami. Fra l’altro era anche sbagliata parzialmente la prima frase del procedimento in cui ho dimenticato di precisare di inserire le mandorle. Troppo lavoro!!

  1. Mi interessano molto le ricette senza uova, glutine e purtroppo.. anche senza frutta a guscio..
    E’ possibile sostituire le mandorle con qualcos’altro o non metterle semplicemente? Grazie…

    • Buongiorno Elisa, ho giusto 1 minuto prima della partenza per un lungo weekend di lavoro; potrebbe non mettere le mandorle, ma in questo caso consiglio di sosituire l’olio con una margarina vegetale che dia struttura al biscotto, la funzione che facevano le mandorle. Provi se lo desidera, poi approfondiremo la questione con più calma. Grazie e a presto.

      Giuseppe

    • Buongiorno Elena,
      si puoi sostituire lo zucchero con il malto e come hai già osservato in questo caso non serve usare il latte di soia, anzi forse potrebbe essere il contrario nel senso che l’impasto potrebbe avere bisogno di un po’ più di farina di riso e mais, ma dovrebbe essere una quantitativo minimo solo di aggiustamento.
      Fammi sapere il risultato.
      Giuseppe

  2. siccome questa ricetta mi incuriosivamolto ho provato a prepararla.Il risultato estetico è come da foto, ho avuto difficolta’ con l’olio di mandorle perchè secondo i quantitativi della ricetta a me è risultato molto denso. Non lo definirei proprio olio ( ho usato, perchè avevo in casa solo quello, olio di mais)

    • Buongiorno Maria Rosa,
      si certo una volta mescolato con le mandorle l’olio è molto denso, l’obbiettivo era infatti renderlo denso quasi fosse una sorta di burro morbido in modo da aiutare poi a tenere insieme il resto degli ingredienti vista la mancanza di uova. Sicuramente come avevo scritto nella premessa non è un impasto facilissimo e farlo con farine con glutine semplifica molto, in ogni caso a parte il lato estetico vorrei che mi raccontassi se i biscotti poi ti sono piaciuti o secondo il tuo gusto avresti fatto qualche cambiamento.
      Se hai voglia raccontami le tue impressioni, una ricetta si può sempre migliorare.
      Grazie e a presto

      Giuseppe

  3. a parte le difficolta’ di impasto (tenere assieme le varie farine) il gusto è piacevole. Mi interessa sperimentare altre ricette così buone senza prodotti di origine animali! grazie per la cortese risposta.

  4. Buona sera, è da un pochino che mi ero salvata la ricetta e oggi finalmente ho avuto il tempo di provarla, devo dire la verità che avevo il terrore di non riuscire ad impastarli e invece….non ho avuto nessuna difficoltà, peró al posto del latte di soja ho messo la panna di soja! Il gusto è veramente buono!!!grazie mille, io vivo alla ricerca di ricette così da sperimentare!!!

    • Buona sera Silvia e benvenuta, grazie del riscontro e della tua prova, sono osservazioni preziose per me.
      Quando vorrai sperimentare altro sono qui, ho dato un’occhiata veloce al tuo blog, interessante.
      A presto
      Giuseppe

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome