Non conosci l'amaranto oppure il suo sapore un po' particolare non ti ispira per le tue ricette? Ecco una preparazione che lo rende delizioso.
Le crocchette di patate, parmigiano e amaranto sono un contorno croccante e proteico, senza glutine e senza lattosio.

Amaranto: pseudocereale senza glutine

Perchè assumere spesso questo pseudocereale? L'amaranto è uno scrigno di antiossidanti e contiene ben 16g di proteine per 100g di alimento. Tutti gli pseudocereali (quinoa, chia, grano saraceno) sono privi di glutine, sono ricchi di minerali e contengono lisina, un aminoacido essenziale che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare. Importantissimo per le diete vegane, dove la garanzia di assumere tutti e 9 gli amminoacidi essenziali, in assenza di carne, formaggi e uova, è assicurata dalla combinazione di legumi e cereali. Gli pseudocereali sono quindi un alleato molto importante per un solido apporto proteico.

Advertisement

Per una variante vegan, potete sostituire il parmigiano con quello vegetale.

Come preparare il parmigiano vegan

E' semplicissimo: mettete nel frullatore 5 cucchiai di mandorle pelate, un cucchiaio di lievito alimentare in fiocchi, un cucchiaio di semi di girasole e un po' di semi di sesamo. Frullate!
In alternativa trovate qui un po' di "formaggi" vegan veloci.

Difficoltà: facile
10 minuti
40 minuti
20 minuti forno

Ingredienti

Per persone
Per sostituire il parmigiano vaccino e realizzare quello vegetale:

Istruzioni

  1. Per prima cosa lessate in due pentole separate patate e amaranto. Per le patate: meglio con la buccia a partire da acqua fredda. Per l'amaranto: lavate accuratamente l'amaranto sotto l'acqua corrente, utilizzando un colino a maglie molto fini. Lessate 40g di amaranto in 130 ml di acqua. Quando a bollore, inserite qualche grano di sale grosso e lasciate cuocere per 30 minuti con coperchio. Trascorsi i 30 minuti, lasciate l'amaranto per altri 10 minuti a fuoco spento così che i chicchi riescano a gonfiarsi. Nel frattempo sbucciate le patate cotte.
  2. Se non avete l'amaranto utilizzate la quinoa, bianca oppure multicolore. Sciacquatela sotto acqua corrente e trasferitela bagnata in un pentolino. Versate tanta acqua quanto il doppio del peso della quinoa (80 ml di acqua) e portate ad ebollizione. Salate con mezzo cucchiaino di sale grosso e abbassate il fuoco: in 15-20 minuti la quinoa sarà cotta.
  3. Schiacciate le patate. Aggiungete l'amaranto (o la quinoa) asciutti, mezzo spicchio di aglio tritato, il parmigiano grattugiato (o quello vegetale), rosmarino e origano tritati. Aggiustate di sale se serve.
  4. Amalgamate e modellate le crocchette. Noi le abbiamo rese a cubettoni. Foderate una placca da forno con un foglio di carta oliato e disponetevi le crocchette, senza sovrapporle. Spennellate di olio extravergine.
  5. Crocchette patate amaranto
    Cuocete a 190° per 20 minuti o finchè dorate (anche fino a 30', e con 10 minuti in modalità grill). Servite con salse o sugo di pomodoro.

Note

Voti: 4
Valutazione: 5
Tu:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa

Crocchette di patate, parmigiano e amaranto - Ultima modifica: 2022-03-11T04:36:56+01:00 da Chiara Fumagalli
Crocchette di patate, parmigiano e amaranto - Ultima modifica: 2022-03-11T04:36:56+01:00 da Chiara Fumagalli