Primi e primizie


La primavera è iniziata e la natura ne trae beneficio offrendoci una maggior varietà di ortaggi da portare in tavola nel loro momento migliore. Riforniamo la nostra cucina con questi ingredienti e assaporiamone tutto il gusto e le proprietà preparando piatti sani e vegetariani

5 ricette di primi piatti di primavera: Nastri di pasta alla curcuma in crema di taccole - Spaghetti integrali con asparagi e pomodori al limone - Conchiglioni farciti ai carciofi con salsa di taleggio e cipollotti - Farfalle e taccole in salsa di finocchi allo zafferano con semi di papavero - Riso rosso profumato allo zenzero con asparagi e patate

Asparagi, carciofi, taccole, cipollotti: arricchiamo di sapori primaverili i nostri primi piatti con questi ortaggi dal gusto inconfondibile. Proviamoli con  uno speciale riso rosso, con paste ripiene, fresche e integrali o con gnocchetti casalinghi.

Cipollotti teneri e dolci

I cipollotti sono giovani cipolle caratterizzate da un bulbo piccolo e uno stelo verde che (al contrario della cipolla) per la gran parte viene utilizzato in cucina. Il loro sapore delicato e fresco li rende consigliabili anche per l’utilizzo a crudo tagliati sottili nelle insalate o in spicchi nei pinzimoni. Da cotti, risultano squisiti in padella, al forno o alla griglia. Puliteli eliminando la barba alla base del bulbo e la guaina, mantenendo o scartando lo stelo verde a seconda delle indicazioni delle ricette. I cipollotti hanno una buona consistenza e si conservano per più giorni in frigorifero nello scomparto della verdura.

Taccole: il baccello è servito

Le taccole fanno parte della famiglia dei piselli ma, a differenza di questi, il tipico baccello piatto e lungo è squisito da mangiare. Il loro colore è verde brillante ma esistono anche varietà meno diffuse bianco-gialle. Non vanno confuse con i piattoni, baccelli in apparenza simili ma distinguibili per la lunghezza maggiore di 2-3 volte, uno spessore più accentuato e semi più voluminosi. Le taccole hanno una consistenza tenera e si consumano generalmente cotte a vapore, lessate oppure in umido con salsa di pomodoro. Per pulirle, è sufficiente spuntare le estremità, tirando verso il basso la parte spezzata in modo da togliere l’eventuale filo lungo il baccello.

Ecco alcune bontà da portare in tavola.





Primi e primizie - Ultima modifica: 2013-03-27T00:00:00+00:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome