Settembre è il mese perfetto per preparare le confetture di frutta, che in questo periodo è di gusto dolce e intenso. Ecco alcune ricette naturali per conserve squisite e profumate

5 ricette per marmellate: Marmellata di fichi al limone - Marmellata di mele cotogne grattugiate - Confettura di pesche gialle e lamponi alla lavanda - Confettura di uva e timo - Confettura di prugne

Preparare in casa conserve e marmellate non è difficile e nemmeno dispendioso in fatto di tempo, basta conoscere qualche piccolo segreto e il risultato sarà sicuramente ottimo e utilizzabile per molti mesi a venire.
Le marmellate si ottengono facendo cuocere insieme, in una pentola, frutta e zucchero fino a quando lo sciroppo diventa consistente. Talvolta, bisogna aggiungere all’inizio della cottura un poco d’acqua, a meno che lo sciroppo si ottenga mettendo preventivamente a macerare la frutta con lo zucchero prima di cuocerla, fino a quando quest’ultimo sarà convertito in liquido. A cottura ultimata si passa il composto al passaverdura per ottenere un passato omogeneo.
Le confetture, invece, si differenziano dalle marmellate perché i frutti non devono essere passati al passaverdura ma devono vedersi anche dopo la cottura, interi se sono piccoli, come ad esempio i ribes o i frutti di bosco, o a pezzi se si tratta di frutti più grossi.
Se invece amate le confetture che mantengono particolarmente il sapore e l’aroma della frutta non troppo cotta, ecco un sistema naturale al 100% che fa al caso vostro. Il metodo prevede una prima cottura veloce della frutta con aggiunta di zucchero e di succo di limone, quindi una notte di riposo e poi una seconda cottura rapida il giorno dopo. In questo modo potrete  realizzare qualsiasi confettura e, soprattutto, conservare il profumo e il sapore della buona frutta estiva per tutto l’anno.

Così pronte in 3 mosse

1.    Riunite la frutta a pezzetti con gli altri ingredienti scelti (zucchero, limone, aromi) in una pentola, portate a ebollizione e proseguite per 5 minuti. Quindi levate dal fuoco e coprite. Lasciate riposare per una notte.
2.    Mettete di nuovo sul fuoco, il mattino seguente, e fate sobbollire il composto per 7-8 minuti.
3.    Versate la confettura ancora bollente in vasetti di vetro, dopo averli sterilizzati facendoli bollire insieme ai coperchi. Chiudeteli immediatamente e capovolgeteli per creare il sottovuoto. Lasciateli raffreddare completamente prima di riporli in un luogo fresco e buio: si conservano fino a 12 mesi. Una volta aperta, conservate la confettura in frigo per 10-12 giorni.

Ecco alcune proposte tutte da spalmare.

Marmellata di fichi al limone
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Francesca Marotta

Marmellata di mele cotogne grattugiate
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Mila De Franco

Confettura di pesche gialle e lamponi alla lavanda
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Confettura di uva e timo
Difficoltà: Facile
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Virginia Portioli

Confettura di prugne
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Francesca Marotta

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome