5 | 3 voto/i

Rendiamo omaggio alle stagionali e buone mele d’autunno ricordandone i tanti pregi e le tante opportunità che ci offrono in cucina e che vanno molto al di la dei classici dolci offrendoci la possibilità di gustare piacevolmente intriganti piatti salati molto accattivanti e gustosi!!

Un ode alle mele più che meritata nel periodo in cui questi magnifici frutti sono in raccolta, nel massimo del loro splendore organolettico e ricchezza di profumi e consistenze oltre alle tante e belle colorazioni accese.

Sono un frutto dalle molte proprietà nutritive che andrebbe consumato in abbondanza soprattutto nella sua stagione vera, l’autunno, quando è presente sui mercati senza essere stato condizionato dalle moderne tecniche di conservazione che prolungano di molto la durata naturale fresca.

Advertisement

L’ode alle mele è quindi per ribadire l’invito a sforzarsi di consumarne ora e nei prossimi mesi lasciando alle stagioni successive, per lo meno dalla primavera inoltrata, la possibilità di farci apprezzare i tanti altri frutti della natura!

Per approfittare delle sue molteplici qualità non bisogna però relegare la presenza della mela solo a fine pasto o in qualche dolce perché questi frutti sono ottimi per preparare una lunga serie di piatti salati in cui si può sfruttare sapientemente le caratteristiche qualitative delle diverse varietà giocando sul gusto agro e dolce che questo frutto possiede.

Se nella cucina classica sono le pietanze di carne ad essere accoppiate con le mele in preparazioni di vecchio stampo che hanno perso ormai una reale giustificazione nutrizionale oggi le possibilità creative sono ben altre.

In particolare nella moderna cucina della salute dove l’abbinamento principe è con gli antipasti, le insalate e i primi piatti a dimostrazione della versatilità e degli spunti creativi che è possibile sviluppare al di la come ho già detto del ricco repertorio di pasticceria.

In questo modo le mele sono apprezzate da grandi e piccini, consentono di alleggerire le preparazioni e dare una nota di freschezza generale ai piatti contribuendo a ravvivare colori e profumi.

Anche perché non bisogna dimenticare che la mela è ricca di sali minerali e vitamine, povera di grassi e portatrice di numerose sostanze che aiutano in concreto nella prevenzione di molte patologie con in evidenza la buona percentuale di fibre quando mangiata intera con la buccia.

E sul valore del loro consumo con la buccia la mia brava collega Barbara ha di recente pubblicato alcune utili e interessanti notizie in questo post che potete facilmente consultare.

Certo la scelta va fatta con attenzione prediligendo le varietà provenienti da coltivazione biologica non così difficili da reperire ormai ovunque.

Le buone mele fresche sono poi facilmente digeribili, ben masticate aiutano a mantenere puliti i denti, combattono i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare e molto altro.

Ma in concreto questa ode alle mele come la possiamo perseguire a tavola?

Inizierei con questa Insalatina con mele annurca e gomasio per proseguire con un Carpaccio di doppie mele con pepe rosa, l’ottima Indivia belga in giallo con broccoletti e mele verdi o il Radicchio in agrodolce con mele topaz.

Per finire con un Risotto alla mela gialla con broccoletti e bottarga, uno Spezzatino di soia con mele renette e carote o dei Tortini di mele e finocchi con salmone!

5 | 3 voto/i

Ode alle mele e alle loro squisite ricette - Ultima modifica: 2021-10-29T10:00:18+02:00 da Giuseppe Capano
Ode alle mele e alle loro squisite ricette - Ultima modifica: 2021-10-29T10:00:18+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome