News: la spezia del Natale che brucia i grassi


Lo sapevate che la cannella aiuterebbe a dimagrire? Tutto merito della cinnamaldeide, un olio essenziale che conferisce alla cannella il suo sapore unico, che già in ricerche precedenti sembrava proteggere i topi dall'obesità e dalla glicemia alta. Ora, un nuovo studio pubblicato sul numero di dicembre della rivista Metabolism  è andato più avanti, indagando l’effetto di questo principio attivo sugli essere umani o, meglio, sulle loro cellule di grasso.

Il team di studiosi dell’Università del Michigan ha testato l’effetto della cinnamaldeide sugli adipociti (ossia le cellule di adipe) di un gruppo formato da  volontari di diversa età, etnia e peso corporeo.  I risultati hanno mostrato  nelle loro cellule una maggiore espressione di diversi geni ed enzimi che migliorano il metabolismo dei lipidi. E anche un aumento di alcune importanti proteine che sono coinvolte nella termogenesi. Insomma, la cinnamaldeide migliora la salute metabolica agendo direttamente sulle cellule adipose inducendole a bruciare energia (termogenesi). Una sorta di bruciagrassi, insomma.

Ovviamente ancora siamo lontani dal sapere se useremo mai gli estratti di cannella ad uso terapeutico, sia per la glicemia che come aiuto per dimagrire. Tuttavia, il tè speziato alla cannella che mi preparo tutti i pomeriggi – qui trovate una panoramica di ricette “cannellose”, perfette per addolcire l’inverno - oggi mi sembrerà più buono del solito…

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome