Salute a tavola
Bulgur: una gustosa e naturale ricarica di magnesio, provatelo così

5 | 4 voto/i

Spesso confuso col cuscus, con il quale condivide lo stesso tipo di ricette, il bulgur è davvero un alimento con molte qualità nutrizionali, ancora più preziose in estate: tra tutte la ricchezza di magnesio, un minerale che non ci deve mancare quando salgono le temperature

C’è chi prende integratori di magnesio per regolarizzare una pressione che col caldo scende un po’ troppo, chi per dormire meglio, chi per lenire l’ansia o chi per contrastare i crampi muscolari o alla pancia durante “quei giorni”. Insomma, già da queste indicazioni si capisce che il magnesio è un minerale coinvolto in centinaia di azioni del metabolismo, oltre a essere un componente delle ossa insieme a calcio e fosfo­ro (aiuta a migliorare la densità dell’osso, coopera alla sua crescita e, inoltre, influenza i livelli del calcio all’interno delle cellule.)

And the winner is…

Grosso modo, dalla nostra dieta quotidiana dovremmo assumere almeno 250 mg di magnesio, un quantitativo non bassissimo, tanto che i deficit di questo minerale non sono affatto rari. E qui arrivo al punto: secondo l’Harvard Health Publishing (ma non solo) l’alimento più ricco di magnesio è il fantastico bulgur, il grano integrale spezzato e precotto protagonista del tabulè e di tanti piatti perfetti da consumare in estate. Secondo gli americani, una tazza di bulgur secco ne contiene ben 230 mg, qui da noi preferiamo dare i quantitativi sui 100 grammi che (sempre secondo dati Usa) equivalgono a 164 mg. In linea generale, gli alimenti vegetali sono le più ric­che di questo minerale: legumi, cereali integrali, banane e semi oleosi le principali fonti.

Non per niente, sul numero di luglio di Cucina Naturale, abbiamo inserito tra i cibi amici dell’estate anche il bulgur, compreso il mio servizio sulla dieta light, dedicato agli alimenti protagonisti della dieta mediterranea. In effetti, l’ottimo contenuto di fibre lo rende saziante anche in porzioni contenute e poi contiene anche vitamine A e del gruppo B e tantissimi minerali oltre al magnesio come, ferro, potassio e manganese.

Una ricetta a tutto magnesio!

Per concludere, ecco qui sotto la ricetta del martedì sera tratta dal servizio della dieta che, unendo bulgur e legumi, diventa davvero un ottimo modo per ricaricarsi (e magari per dormire anche un po’ meglio 😊).

Insalata di bulgur e lenticchie alle erbe

Imbiondite in una piccola casseruola un cucchiaio d’olio con un po’ di cipolla rossa, carota e sedano tritati, e una-due foglie d’alloro. Versate 50 g di lenticchie (preferibilmente le piccole verdi) e ricopritele con 200 ml di brodo vegetale. Fate sobbollire per 20-25 minuti o fino a quando sono cotte ma non sfatte, lasciando asciugare il fondo. Verso la fine aggiustate di sale. Nel frattempo, lessate per 10 minuti 60 g di bulgur in 120 ml d’acqua poco salata e poi lasciatelo riposare, coperto, per altrettanto tempo. Mescolatelo con le lenticchie, private dell’alloro, una manciata di prezzemolo e di menta tritati, succo di limone e qualche spicchio di pomodorino. Se lasciate insaporire l’insalata per qualche minuto, diventa ancora più buona.

5 | 4 voto/i

Bulgur: una gustosa e naturale ricarica di magnesio, provatelo così - Ultima modifica: 2020-06-30T11:37:59+00:00 da Barbara Asprea
Bulgur: una gustosa e naturale ricarica di magnesio, provatelo così - Ultima modifica: 2020-06-30T11:37:59+00:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome