Le ricette degli altri
Ma quanto è buono (e sano) l’hummus di lenticchie?

4.5 | 4 voto/i

Non solo ceci: da oltreoceano ci arriva una fantastica variante del classico hummus, che vede protagoniste le lenticchie verdi amalgamate ad altri ingredienti, tanto salutari quanto saporiti. Da provare!

Lo so, dell’hummus esistono infinite varianti, che possono cambiare anche a seconda della stagione. Quella che vi propongo oggi, però, risulta perfetta per la stagione calda perché il sapore un po’ terroso delle lenticchie viene amalgamato, oltre che con la tradizionale crema di sesamo (tahin) anche con abbondante succo di limone, spezie ed erbe aromatiche che gli donano un sapore molto fresco. In effetti, lasciato riposare in frigorifero per qualche ora diventa ancora più interessante. E poi le olive e i semi da aggiungere alla fine regalano delle consistenze diverse e gustose.

La ricetta viene proposta dalla sezione delle ricette arriva dall’Harvard T.H. Chan School of Public Health, un prestigioso istituto che riunisce esperti di molte discipline e che svolge un importante lavoro di ricerca e di divulgazione sulla salute, alimentazione compresa.

Advertisement

Le dosi che vedete sono orientative (io metto meno aglio, ad esempio) e ognuno può regolarsi a seconda del gusto personale. Cliccando qui trovate la versione originale in inglese.

Hummus di lenticchie verdi con erbe, semi e olive

Per 16 porzioni (da antipasto)

250 g di lenticchie verdi secche, 100 g di tahin (salsa di sesamo), 50 g di olive snocciolate e tagliate a fettine sottili (preferibilmente kalamata), 3 spicchi d'aglio, 2 cucchiai di semi di girasole tostati e 2 cucchiai di semi di zucca tostati, 1 mazzetto grande di prezzemolo tritato, 2 manciate di aneto tritato grossolanamente, il succo di 3-4 limoni, 4 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, cumino in polvere, sale

 

1. Lessate le lenticchie in acqua leggermente salata, inizialmente a fuoco vivace, eliminando via via la schiuma che si forma in superficie. Riducete la fiamma e fatele sobbollire finché diventano molto tenere, da 25 ai 30 minuti. Scolatele e tenetele da parte.

2. Frullate a impulsi nel mixer, mentre cuociono i legumi, almeno 100 ml di succo dei limoni con l’aglio e 2 cucchiaini rasi di sale. Alla fine dovete ottenere una purea grossolana. Lasciate insaporire il composto nel mixer per almeno 10 minuti o fino ai 30 minuti.

3. Versate la tahin nel mixer e frullatela per un minuto scarso insieme alla purea di aglio e limone fino a ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato. Recuperate con una spatola morbida la crema sui bordi del bicchiere e poi aggiungere un quarto di cucchiaino di cumino e le lenticchie, ormai raffreddate. Frullate fino a ottenere un composto molto omogeneo, per circa 4 minuti. Alla fine controllate il sale e aggiustate la consistenza versando al massimo 2 cucchiai d’acqua.

4. Mescolate in una ciotola il prezzemolo con l'aneto, le olive, 2 cucchiai d’olio, 2 cucchiaini di succo di limone e una presa di sale.

5. Trasferite l'hummus in una ciotola grande, lisciatene la superficie aiutandovi con il dorso di un cucchiaio e ricavate un affossamento nella parte centrale. Disponete in questo il condimento alle erbe, poi cospargete i semi di girasole, di zucca e irrorare con i restanti 2 cucchiai d’olio.

6. Servite l’hummus con pane pita integrale o cracker integrali. Potete conservarlo in frigorifero, dentro un contenitore con chiusura ermetica per un massimo di una settimana.

Photo Credits: Harvard T.H. Chan School of Public Health

4.5 | 4 voto/i

Ma quanto è buono (e sano) l’hummus di lenticchie? - Ultima modifica: 2021-05-25T17:30:25+02:00 da Barbara Asprea
Ma quanto è buono (e sano) l’hummus di lenticchie? - Ultima modifica: 2021-05-25T17:30:25+02:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome