Agosto: che mi porto in spiaggia? Le tre regole base per pasti sani, veloci e leggeri

Pomodori, basilico, olive, anguria… Quale posto migliore che la spiaggia per rendere omaggio ai sapori della dieta mediterranea? Ecco i consigli base per costruirsi senza sforzo menu buoni, salutari e adatti per tutta la famiglia

4.5 | 2 voto/i

Ormai è questione di giorni: le vacanze sono davvero dietro l’angolo per tutti. E quindi cade all’uopo qualche consiglio facilissimo che può rendere meno complicata la scelta di cosa mangiare in riva al mare - bambini compresi. L'importante sarà anche utilizzare delle borse termiche nelle quali gli alimenti e le bevande rimangano ben freschi a lungo. Non mi resta che augurarvi "buone" vacanze! (Ma il blog continua anche ad agosto…).

1 Un mare …light

Per decidere il cibo da portare al mare, ispiratevi alla dieta mediterranea, ricca di vegetali e povera di alimenti grassi. Riempite un recipiente grande di ortaggi crudi a scelta: pomodori, cetrioli, carote da consumare durante il giorno. Infilate a parte anche rametti di basilico, pomodori secchi e qualche oliva per rendere il pranzo più saporito.

2 Pane e companatico

Affettate una pagnotta di pane integrale o casereccio. Sistemate in contenitori termici alimenti proteici leggeri come ricotta o primo sale, yogurt greco o tofu affumicato (più saporito di quello al naturale). Costruite al mare iìpanini mettendo insieme gli ingredienti a scelta: ad esempio, pomodoro con primo sale, 1-2 olive e foglie di basilico.

3 Che frutta scegliere?

Sciacquate e asciugate una bella varietà di frutta comoda da mangiare anche con la buccia come pesche noci, albicocche o prugne. Oppure di anguria già pulita e tagliata a cubotti: vi disseterà (il 95% è acqua) e fornirà preziodi antiossidanti contro il caldo ma con pochissime calorie!

Agosto: che mi porto in spiaggia? Le tre regole base per pasti sani, veloci e leggeri - Ultima modifica: 2019-08-01T16:56:03+00:00 da Barbara Asprea

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome