Con il cavolfiore possiamo creare e gustare piatti eccellenti e ben intonati con i rigori stagionali. Primi e contorni di carattere ma anche sorprendenti accostamenti con pesce o formaggi dai sapori intensi. Ricette preziose per menu pieni di gusto e benessere

5 ricette con il cavolfiore: Linguine al cavolfiore romanesco e seitan - Crema di cavolfiore al timo con cialde di parmigiano - Gran risotto speziato al cavolfiore - minestra di cavolfiore e orzo - Coppette di castagne e cavolfiore con pesce

Il cavolfiore fa parte della famiglia delle crucifere, che comprende broccoli, cavolini di Bruxelles, cavolo riccio e verza. Ha una testa compatta dal diametro, in media, di 15 cm, composta dai boccioli del fiore non sviluppati. Questi sono attaccati al gambo centrale: quando arrivano a fiorire, il cavolfiore assomiglia a un minuscolo alberello. Il cavolfiore è bianco perché è avvolto da foglie color verde che lo proteggono dalla luce del sole, impedendo così lo sviluppo della clorofilla. Se pur questo processo contribuisce a colorare di bianco la maggior parte delle varietà, si possono trovare anche cavolfiori di colore verde pallido o color porpora.
Il cavolfiore crudo è compatto, ma un po’ spugnoso. Ha un gusto leggermente sulfureo e amaro.
Pur non essendo ricco di principi nutritivi come molti altri vegetali della famiglia, il cavolfiore ne contiene tuttavia una buona dose: 100 g di cavolfiori crudi costituiscono un’ottima fonte di vitamina K e di vitamina C, oltre che una buona fonte di fibre, potassio, fosforo e vitamine del gruppo B. è particolarmente consigliato in casi di anemia e nei casi di astenia e superlavoro.

Buono a sapersi

•    L’ispezione visiva è di grande aiuto nella scelta del cavolfiore: la testa dovrebbe avere un aspetto fresco, con i fiori bianchi puliti e le foglie verdi.
•    Evitate i cavolfiori con le foglie avvizzite, le teste dei fiori sporche o con evidenti segni di deterioramento.
•    Il cavolfiore si conserva con il gambo in basso, in frigorifero, in un sacchetto di carta o di plastica in cui avrete praticato alcuni buchi per prevenire che si sviluppi l’umidità sulle infiorescenze.
•    Se si comprano soltanto le infiorescenze del cavolfiore, vanno utilizzate entro 1-2 giorni perché perdono velocemente la loro freschezza.

Cuciniamo il cavolfiore con queste gustose ricette.

Linguine al cavolfiore romanesco e seitan
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Crema di cavolfiore al timo con cialde di parmigiano
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Gran risotto speziato al cavolfiore
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Minestra di cavolfiore e orzo
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 55 minuti
Ricetta di Cristina Michieli

Coppette di castagne e cavolfiore con pesce
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Giuliana Lomazzi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome