Ravioli al radicchio rosso e noci in crema di taleggio - Ultima modifica: 2016-11-17T22:09:09+00:00 da Redazione
Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare il tuo menu devi effettuare l'accesso.
Aggiungi al menu
Per poter creare la tua lista della spesa devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alla lista della spesa
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa
Difficoltà: Media
50 minuti di preparazione
15 minuti di cottura
640 chilocalorie

Ingredienti

Per
persone
Unità di misura

Istruzioni

  1. Scegliete una dozzina di foglie grandi da un cespo di radicchio, scartate la nervatura bianca centrale e tritate la parte rossa.
  2. Mescolate le foglie tritate alla farina e formate la classica fontana su una spianatoia. Aggiungete le uova, un pizzico di sale e impastate fino a ottenere una pasta omogenea. Avvolgetela in un panno e lasciatela riposare per almeno 30 minuti.
  3. Dividete i cespi di radicchio in 4 parti per il lungo e grigliateli su una piastra fino a renderli morbidi. Poi in una terrina conditeli con un cucchiaio abbondante d’olio, un pizzico di sale e una macinata di pepe; coprite e lasciateli raffreddare. A questo punto tritateli scartando la dura radice bianca.
  4. Tritate finemente anche le noci, quindi schiacciate con una forchetta la ricotta e amalgamatela al radicchio e alla metà delle noci.
  5. Mettete in un pentolino il taleggio a dadini insieme al latte e scioglietelo lentamente a bagnomaria.
  6. Stendete l’impasto sottilmente e ricavate dei tondi di 7-8 cm di diametro. Distribuite il ripieno nel centro dei bordi e richiudeteli a metà sigillando con particolare cura i bordi.
  7. Lessate i ravioli per 3-4 minuti in abbondante acqua salata. Nel frattempo, stendete nei piatti la crema di taleggio mescolata alle noci rimaste. Scolate la pasta con una schiumarola direttamente nei piatti e servite. Potete guarnire con altri gherigli di noce, foglie di prezzemolo e radicchio sminuzzato.

Note

Piatto saporito, giocato sui contrasti, si gioverà di un Valtellina Superiore, rosso dal carattere austero di montagna, ben profumato e capace del giusto nerbo per aromatizzare i sapori

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome