Le crêpes di verza, o verza in pastella, sono crespelle verdi molto gustose da farcire, arrotolare oppure gustare proprio così, come frittelle una sopra l'altra, con qualche mandorla croccante a scaglie.

La preparazione è vegan senza glutine: potete utilizzare qualsiasi bevanda vegetale ma vi consigliamo il latte di soia non zuccherato perchè si "aggrappa" meglio alla verdura e crea una pastella più densa. Per la farina senza glutine, utilizzate la vostra preferita.
Naturalmente potete creare una pastella tradizionale, con latte, farina e uova.

Advertisement
Difficoltà: facile
30 minuti

Ingredienti

Per persone
Per la pastella vegan:
Per la pastella non vegan, aggiungere:
  • 1 uovo

Istruzioni

  1. Staccate delicatamente le foglie di verza o tagliatele alla base, per non romperle e eliminate la nervatura dura interna, ottenendo due parti piatte.
  2. Noi le abbiamo tagliate alla base perchè piuttosto tenere, quindi con una piccola nervatura, e utilizzato il resto della verza per la ricetta che trovate nelle note. Fate sbollentare le foglie di verza in acqua bollente salata almeno 4 minuti, fino a 6.
  3. Scolate le foglie scottate via via in un colino e tamponatele con carta da cucina prima di pastellarle. Preparate la pastella versando farina, olio e sale in una ciotola e poi la bevanda vegetale a filo, cercando di evitare i grumi. Con una frusta a mano amalgamate la pastella. Se non siete vegani potete aggiungere un uovo. Pastellate le foglie di verza ad una ad una, immergendole nella pastella e spalmandola molto bene sopra le foglie.
  4. Cuocetele proprio come delle crespelle, su un'ottima padella antiaderente leggermente unta. Come tutte le crepes la prima non verrà! Lasciate che la verza pastellata cuocia uno o due minuti prima di verificare con la paletta se il fondo è asciutto e sollevabile; se lo è, capovolgete. Se la pastella si stacca dalla verza, fate così: prima di pastellarla tamponatela nuovamente per eliminare l'acqua in eccesso, passatela prima in farina e poi nella pastella. L'uovo aiuterebbe ancora di più. Noi però non le abbiamo infarinate e la pastella non si è staccata: è sicuramente necessaria una pentola antiaderente di ottima qualità e doppio fondo.
  5. Crespelle di verza
    Le verze in pastella sono pronte e morbide: salatele in superficie se mancano di sale. Potete gustarle così, come frittelle, oppure utilizzarle come delle vere crepes farcendole con formaggi, creando tasche e involtini. Oppure come un pane alternativo per dei sandwich verdi.

Note

purè di verza
Purè di verza vegan

Noi abbiamo utilizzato gli avanzi di verza per un magnifico purè vegan

Voti: 5
Valutazione: 4.8
Tu:
Rate this recipe!
Vota la ricetta
Per poter creare la lista delle tue ricette preferite devi effettuare l'accesso.
Aggiungi alle ricette preferite
Stampa la ricetta
Stampa

Crêpes di verza - Ultima modifica: 2021-02-11T02:07:18+01:00 da Chiara Fumagalli
Crêpes di verza - Ultima modifica: 2021-02-11T02:07:18+01:00 da Chiara Fumagalli