Un amore di cioccolatino


Tre bonbon facilissimi da fare, con pochi zuccheri e grassi, perfetti per gustare il Cibo degli dei senza troppi sensi di colpa. Un dono ideale per festeggiare il prossimo San Valentino

Il cioccolato, alimento simbolo del piace, è spesso oggetto di valutazioni nutrizionali o estremamente positive o, al contrario, solo negative. Come spesso accade in questi casi, la verità sta nel mezzo. Le proprietà del cacao, ingrediente principe del cioccolato, sono tante e riconosciute: contiene sostanze antiossidanti utili per fronteggiare i radicali liberi, è un tonico del sistema nervoso, e un blando antidepressivo.

Il problema: zucchero e grassi

Nel cioccolato, oltre al cacao, risultano abbondanti lo zucchero e i grassi che ne appesantiscono il profilo nutrizionale, rendendo troppo calorico e dannoso alla salute un suo consumo eccessivo. Per scegliere un cioccolatino di qualità è, come sempre, necessario leggere le etichette: un prodotto buono e salutare non ha bisogno di troppi zuccheri e grassi diversi dal burro di cacao, né di aromi di sintesi e ancor meno di dolcificanti artificiali. Una tavoletta di buon cioccolato fondente, magari biologica e senza additivi, può rappresentare una pausa di piacere ottima anche per la salute.

A ciascuno il suo cioccolato

Ma a molti la tavoletta standard non basta. Se vogliamo concederci qualcosa di più ricco e gustoso, come ad esempio dei cioccolatini ripieni, la cosa migliore è prepararli in casa, dosando così personalmente zuccheri, grassi e anche gli altri ingredienti, come aromi, spezie e latticini. Basterà una pentola e una ciotola dove fondere il cioccolato a bagnomaria e qualche simpatico stampo in silicone (vanno bene anche quelli classici del ghiaccio). Se scegliamo come materia prima un cioccolato puro (pasta di cacao 100% ma anche cioccolato fondente al 99%, più facilmente reperibile in commercio), senza zucchero né latte, potremo decidere noi se e quale dolcificante aggiungere e in che quantità. Si possono così creare cioccolatini con il miele, il malto e perfino lo sciroppo d’acero, per un gusto più particolare e un indice glicemico più basso. Allo stesso tempo, se vogliamo creare un ripieno cremoso, potremo decidere di sostituire la panna e il latte con la bevanda vegetale, ottenendo così un prodotto totalmente privo di colesterolo e adatto anche a chi è intollerante al lattosio. Insomma, potremmo divertirci a creare diverse varianti sane e gustose  per poter finalmente assaporare senza rimorsi il gusto di un buon cioccolatino.

Rocce di cioccolato fondente 99% con frutta secca

Ingredienti: frutta secca a guscio mista, metà intera e metà tritata (nocciole, pinoli, mandorle, noci), 100 g di cioccolato fondente al 99% di cacao.
Sciogliete a bagnomaria in una ciotola la tavoletta di cioccolato, mescolando continuamente con una spatolina.
Stendete, nel frattempo, un foglio di carta da forno e spargetevi sopra la frutta secca tritata.
Immergete la frutta secca intera nel cioccolato fino a ricoprirla completamente, poi fatela rotolare brevemente nella frutta secca tritata fino a ricoprirla del tutto. Fate raffreddare in frigorifero.

Tartufi di nocciola e carruba

Ingredienti: 80 g di malto d’orzo (o di sciroppo di mais o di riso), 200 g di crema pura di nocciola (o mandorla o sesamo o un misto a piacere), 50 g di farina di polpa di carrube, 50 g di cocco grattugiato, 1 cucchiaio di bevanda vegetale (riso o altro).
Mettete tutti gli ingredienti, tranne la farina di carrube, in una ciotola e mescolate finché il composto non diventa ben liscio e omogeneo, eventualmente aggiungendo uno o più cucchiai di bevanda vegetale nel caso risulti molto asciutto.
Ponete il composto in frigorifero e raffreddate per circa un’ora.
Formate delle palline, aiutandovi con un cucchiaino e bagnandovi le mani, e rotolatele per bene nella farina di carrube.

E come terza ricetta di bonbon, ecco i cuori!

Cuori di cioccolato con sciroppo d'acero
Difficoltà: Media
Preparazione: 0 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Riccardo Astolfi
Un amore di cioccolatino - Ultima modifica: 2019-02-07T09:00:00+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome