Più snelli con le spezie: mai provato con il purè alla curcuma fresca?

Scopriamo perché mangiare piccante ci aiuta a dimagrire, con una ricetta light per esempio, tratta all'ultimo numero di Cucina Naturale

4 | 2 voto/i

È un’esperienza comune a tutti: il desiderio spiccato nei confronti di un alimento può dipendere da esigenze fisiche ma anche da un’inclinazione psicologica che pensiamo possa essere soddisfatta da un sapore. Se quando cerchiamo qualcosa di dolce è per sentirci accuditi o coccolati, quando abbiamo voglia di sapori piccanti o speziati è perché abbiamo voglia di un surplus di vivacità e di vitalità, una piccola “scossa” piacevole che riscaldi corpo e cuore regalando un pizzico di joie de vivre. D’altra parte, già sulle ricche tavole rinascimentali, una volta speziato qualsiasi piatto diventava prezioso e degno di essere servito alla tavola di un re, mentre nei paesi orientali le spezie sono protagoniste della cucina popolare da sempre.

Passando alla pratica, il potere insaporente delle spezie piccanti vi consentirà di ridurre non solo la quantità di pasta o di altri cereali ma anche di olio e sale: tenetene conto mentre cucinate. Ridurre in un pasto 2 cucchiai d’olio e (20 g) di pasta equivale a ben 250 kcal in meno.

Il mio purè verde all’indiana

Come avrete già capito, il menu leggero che potete trovare sul bel numero di febbraio di Cucina Naturale è caratterizzato dalla presenza delle spezie, con sette ricette per sette spezie diverse. Qui sotto vi allego il purè di broccoli previsto nel menu del martedì. È una delle ricettine preferite anche dalla mia famiglia, che unisce la leggerezza, un basso impatto glicemico e gli effetti salutari esercitati dai broccoli e dalla curcuma. In più è davvero facilissima!

Purè di broccoli misti alla curcuma fresca

Riducete in pezzetti circa 150 g di broccoli verdi e altrettanti di cavolfiore (in mancanza, va bene anche un solo tipo). Metteteli a cuocere al vapore insieme a un bel pezzo di curcuma fresca tagliata a pezzetti (indossate i guanti da cucina per non tingervi le mani). Una volta cotto, frullate il tutto con un cucchiaio d’olio, una spolverata di sale, di pepe e una spruzzata di succo di limone. Se lo lasciate riposare diventa ancora più saporito.

Se desiderate una versione ancora più aromatica, unite un cucchiaino di semi di cumino fatti dorare nell’olio che si userà per condire.

Più snelli con le spezie: mai provato con il purè alla curcuma fresca? - Ultima modifica: 2019-02-05T20:18:28+00:00 da Barbara Asprea

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome