L’anguria diventa una torta: più light di così è impossibile!

La sua polpa rossa disseta, dona sazietà e importanti minerali dall’effetto tonificante, vitamine e antiossidanti. Insomma, l'anguria è il frutto dell'estate. Ecco una ricetta dell'Aicr che ce la presenta in un modo davvero invitante

5 | 3 voto/i

Idrata, rinfresca, ha pochissime calorie - una porzione da 200 g contiene solo 30 calorie - rimineralizza e protegge grazie agli antiossidanti come il licopene e alle vitamine. In altre parole, l’anguria in estate è davvero un dono del cielo!

E in effetti anche nel mio servizio della dieta pubblicata sul bellissimo numero di Cucina Naturale di luglio-agosto è uno degli ingredienti light del mese.

Non è quindi un caso che anche l’Associazione per la ricerca sul cancro Usa (Aicr) ci proponga l’anguria come protagonista di questa ricetta con una presentazione di effetto da copiare. Per arricchirla un po’ viene suggerito di abbinare la frutta con una crema a base di yogurt greco e poca panna montata. Sotto trovate il mio adattamento ma cliccando qui potete leggere la ricetta originale in inglese.

Torta cruda di anguria con crema allo yogurt

Per circa 10 porzioni

  •   1 anguria media
    • 80-100 ml di panna da montare
    • 350 g d yogurt greco magro
    • 2 cucchiai di ricotta o di un altro formaggio spalmabile
    • 2 cucchiai rasi di zucchero di canna macinato o di sciroppo di acero
    • 1 cucchiaino raso di succo di limone
    • Frutti di bosco per guarnire

1 Versate la panna montata in una ciotola e fatela raffreddare in frigorifero (e più facile da frullare quando è fredda). Montate la panna con il succo di limone, incorporando verso la fine lo zucchero o lo sciroppo di acero.

2 Amalgamate lo yogurt con la ricotta o il formaggio spalmabile, quindi incorporate delicatamente la panna montata e mettete il tutto in frigorifero.

3 Tagliate via la calotta e la parte inferiore dell’anguria in modo che resti stabile in verticale. Quindi sbucciatela ai lati in modo che prenda la forma di una torta alta. Riducete in cubetti la polpa di anguria che vi avanza, cercando di eliminare i semi che vedete.

4 Posate l’anguria in un piatto da portata e decoratela sulla superficie con i frutti di bosco e i dadini di polpa. Nella ricetta originale si consiglia di glassarla con la crema ma io consiglio di servire la crema a parte. Lasciando così liberi i commensali se servirsene o meno.

Per porzione: 150 calorie, 4 g di grassi (2 g di grassi saturi), 26 g di carboidrati, 5 g di proteine, 1 g di fibre, 30 mg di sodio.

 Photo credits: AICR USA

L’anguria diventa una torta: più light di così è impossibile! - Ultima modifica: 2019-07-12T14:25:47+00:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome