La scienza lo conferma: con l’acqua si dimagrisce!


Più acqua e meno calorie, ma non solo. Così sostengono i ricercatori dell’Università dell’Illinois nel loro lavoro pubblicato online dal Journal of Human Nutrition e Dietetics. Nella ricerca in questione sono state esaminate le abitudini alimentari di oltre 18.000 adulti nordamericani: in media, le persone bevevano 4,2 tazze di acqua naturale al giorno, che rappresentavano circa il 30% del consumo totale di acqua (il resto arrivava da bevande come caffè, tè, succhi di frutta e dagli alimenti).
Ebbene, in chi aveva aumentato il suo consumo di acqua di una, due o tre tazze al giorno, si è vista una riduzione sia dell’apporto calorico totale giornaliero da 68 a 205 calorie, sia dell’apporto di sodio da 78 a 235 milligrammi. Anche l’assunzione di zuccheri e di colesterolo diminuiva col crescere delle tazze di acqua: da 5 a 16 g per lo zucchero e da 7 a 21 mg per il colesterolo.

Quali le ragioni di questo successo?  L'acqua, in effetti, aiuta ad aumentare il senso di sazietà, contribuendo così a evitare l'eccesso di cibo (e grassi, sale e zuccheri contenuti). Riguardo a questi ultimi, tra l’altro, bevendo più acqua si ha anche il vantaggio collaterale di ridurre il consumo di bibite zuccherate e di succhi di frutta.

Insomma, già bere uno-due bicchieri in più contribuisce positivamente alla nostra salute (però, come sempre in nutrizione, anche con l’acqua non bisogna esagerare!). Ancora meglio se in estate li arricchiamo con una spruzzata di succo di limone, per un effetto ancora più rinfrescante e tonificante.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome