Acqua e peso forma
In estate bere acqua aiuta anche a restare in linea


Tutti sappiamo quanto sia importante idratarsi a sufficienza quando fa caldo. Ma oltre a ciò, bersi un bel bicchiere d’acqua può avere svariati effetti positivi sul controllo del peso, specie se si sta combattendo con la bilancia. Scopriamo i tre modi principali per levarsi la sete e salvarsi la silhouette
  1. L'acqua aiuta a contrastare la fame nervosa

Quando siamo stanchi, sotto pressione, come è tipico del periodo estivo pre-ferie, possiamo andare incontro della cosiddetta fame nervosa, ossia un desiderio di mangiare immediatamente qualcosa per sentirci meglio ma che non è legato al vero appetito. In altre parole si apre il frigo non perché si ha fame ma perché si cerca di nutrire delle emozioni che turbano. Ma non solo: talvolta si va ad aprire il frigo ma in realtà non si siamo affamati bensì assetati. Anche se può sembrare strano, può succedere di confondere – ancora di più se siamo un po’ stressati - i segnali della fame e della sete. Insomma, il nostro corpo ci chiede acqua ma noi non lo capiamo, oppure in realtà vorremmo concederci quei cookies al cioccolato che abbiamo in dispensa e preferiamo interpretare i segnali come fame e non come sete. In entrambi i casi il ruolo dell’acqua può rivelarsi determinante. Nel caso della classica fame nervosa, per fortuna le emozioni che scatenano gli attacchi di solito non durano a lungo: aspettando che passino si può sorseggiare un bel bicchiere d’acqua ancora meglio se gassata o con un goccio di limone o zenzero fresco per stuzzicare piacevolmente il palato. (E passata l’estate, magari si avrà più piacere a sorseggiare una bevanda calda al posto dell’acqua fresca, dal sicuro effetto confortante.

Nel secondo caso (quello dei cookies) sarà più utile domandarsi se in effetti è fame o sete quella che si sta sentendo e, nel dubbio, provare a bere comunque un bel bicchiere d’acqua. La voglia e velocità con la quale si berrà sarà già rivelatrice della sete. Non è raro, difatti, scoprirsi assetati solo nel momento in cui si sta già bevendo. E in più si evitano degli spuntini superflui.

Advertisement

Ricapitolando, l’acqua può farci evitare di mangiare quando non ne abbiamo bisogno. E quindi ci aiuta a non ingrassare.

  1. L'acqua aiuta a contrastare l’appetito

L’acqua è anche collegata ai meccanismi della sazietà. In effetti uno dei consigli classici che vengono dati a chi è a dieta è quello di bere un paio di bicchieri d’acqua 10-15 minuti prima dei pasti, in modo di sedersi meno affamati a tavola. Un suggerimento che nasce da più ricerche scientifiche di qualche anno fa, come quella pubblicata sul Journal of Natural Science, Biology and Medicine. Gli autori dello studio avevano esaminato gli effetti su 50 donne in sovrappeso che per 8 settimane avevano bevuto mezzo litro di acqua 30 minuti prima di colazione, pranzo e cena, oltre al normale consumo di acqua. Alla fine del periodo nelle partecipanti si era assistito a una riduzione del peso corporeo, del grasso corporeo e dell'indice di massa corporea. E le donne avevano anche riportato una diminuzione dell'appetito.

Ma anche quando pranziamo o ceniamo, bere un po’ d’acqua, senza esagerare, rende più pesante il contenuto dello stomaco che perciò manderà al cervello i segnali di sazietà che ci faranno smettere di mangiare. E poi l’acqua serve a idratare gli alimenti che mangiamo. Ad esempio le fibre dei vegetali, come quelle dei cereali integrali o degli ortaggi, assorbono acqua aumentando così il volume della massa, con svariati effetti salutari a livello metabolico ma anche aumentando il senso di sazietà.

Ricapitolando, bere un po’ d’acqua prima e durante i pasti aiuta l’effetto saziante dei pasti, consentendo di alzarsi prima da tavola e di non mangiare troppo.

  1. L’acqua aiuta ad assumere meno zuccheri e calorie delle altre bevande

L’ultimo punto è abbastanza ovvio ma è bene ricordarlo; essendo la bevanda in assoluto a zero calorie, la sua presenza consente di ridurre l’apporto calorico giornaliero se bevuta al posto di altre bevande caloriche come quelle gassate, i succhi di frutta e quelle alcoliche come la birra o il vino. In effetti, anche se può sembrare strano, normalmente non riusciamo a percepire che anche bevendo possiamo assumere parecchie calorie, nonché tanti zuccheri semplici. Perciò ogni volta che ai pasti preferiamo un bicchiere d’acqua - che comunque può essere impreziosita con limone o bollicine – al posto di altre bevande caloriche, adottiamo un piccolo accorgimento per contenere le calorie del pasto e non favorire l’ingrassamento ma semmai una leggera perdita di peso, magari a lungo termine.  In effetti più studi scientifici negli scorsi anni hanno rilevato un dimagramento in chi aveva questa buona abitudine e che l’acqua risultava più efficace per il dimagramento anche rispetto alle bibite cosiddette dietetiche, cioè con zero calorie ma addolcite con gli edulcoranti artificiali.

Riepilogando: preferire acqua al posto di altre bevande caloriche, normalmente assunte, può facilitare una lenta ma graduale perdita di peso.

 


In estate bere acqua aiuta anche a restare in linea - Ultima modifica: 2022-08-09T08:44:25+02:00 da Barbara Asprea
In estate bere acqua aiuta anche a restare in linea - Ultima modifica: 2022-08-09T08:44:25+02:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome