Con le cene light dimagrire può diventare facile


Se vogliamo controllare il peso è durante la prima parte della giornata che dobbiamo assicurarci la maggior parte dell’introito energetico (e di vitamine, minerali ecc.), convertito poi nell’energia necessaria per le nostre attività,  riservando al pasto serale un’alimentazione leggera e facilmente digeribile. Che non affatichi, insomma, l’apparato digerente, la cui efficienza di notte diminuisce. Questo consiglio è particolarmente valido per le donne, specie se non praticano attività fisica in modo regolare e hanno un metabolismo un po' "addormentato".

Nel caso abbiate intenzione di dimagrire, per almeno due settimane prendete l’abitudine di fare colazioni e pranzi sazianti - ma non pesanti - e cene più controllate. Ecco i consigli utili per impostare la dieta. Per qualche spunto in più, potete dare un'occhiata al menu della mia dieta settimanale con le cene leggere, dalla quale è tratta questa delicata crema gialla di patate della foto.

Per tutti i giorni una dieta facile, da fare “a occhio”

- Quali giorni? Scegliete i 3 giorni della settimana nei quali vi riesce più facile fare le cene superleggere e organizzatevi di conseguenza (uscite, andate al cinema, fate un corso). Ad esempio, la domenica, il martedì e il venerdì. Tutti i giorni bevete almeno 1,5-2 l d’acqua o d’infusi a scelta.

- La colazione È fondamentale: al mattino prendetevi più tempo e concedetevi un piccolo pasto che contenga carboidrati complessi (cereali in varie forme), frutta fresca o essiccata (zuccheri e vitamine), semi (minerali e antiossidanti), latticini magri o derivati della soia o uova (proteine).

-Il pranzo Deve essere saziante ma controllato. Regolatevi a occhio: una porzione di pasta o altri cereali o pane o patate, grande come il vostro pugno; una porzione di proteine magre (pesce, carne, legumi, seitan) grande come il palmo delle mani; una porzione di verdure grande come tutta la vostra mano e anche più; condite l’intero pasto con 2-3 cucchiaini d’olio, allungando con succo di limone, aceto, salsa di soia.

-La cena leggera Prevedete un primo a base di soli ortaggi (no patate e legumi) come crudité o passati di verdura. Un secondo preferibilmente vegetariano a scelta della stessa misura del pranzo (legumi e derivati, seitan, piccolissime porzioni di latticini però grandi come due dita) con verdure crude e 2 cucchiaini d’olio in tutto.

-La cena superleggera Tanta acqua e un bel frullato di verdure o uno o due  centrifugati  di verdure miste oppure un bel piatto di passato di verdure o di verdure cotte. Un cucchiaino d’olio in tutto. Consumatela il più presto possibile: l’ideale sarebbe nel tardo pomeriggio, appena arrivati a casa (intorno alle 18).

-Gli spuntini Normalmente solo a base di frutta fresca o verdura cruda. In caso di cena superleggera, fate a metà pomeriggio, oltre alla frutta, anche uno spuntino più robusto che contenga un po’ di cereali e proteine. Ad esempio yogurt o ricotta magra con fiocchi di avena.

 

1 COMMENTO

  1. Gentile dott.ssa Asprea,
    avevo perso questo suo intervento, ma fortunatamente alla fine l’ho letto. Lo trovo molto interessante per me perché racconta il tentativo che sto facendo per ritrovare un po’ la forma. Ho infatti preso qualche chilo questa estate, pur essendo ancora normopeso, e vorrei approfittare per perdere quelli nuovi e quelli vecchi post gravidanza (circa 4/5). Vorrei raccontarle la mia esperienza: già facevo una buona colazione ma negli ultimi tempi l’ho rinforzata un po’ (a volte forse troppo, mi sento un po’ appesantita, ancora non ho trovato la formula giusta). Il principale effetto del rinforzo a colazione è stato l’aver perso completamente il desiderio/necessità di fare spuntini e non ho più toccato nulla fuori pasto (tranne a volte la frutta), nemmeno il pomeriggio. Ho come raggiunto una pace che non so definire. Ho anche alleggerito la cena. Gli effetti sono stati in generale positivi, mi sento più lucida, non sonnolenta, anche se sul peso non sono stati ottimali, sono un po’ scesa ma la cosa procede molto lentamente e a volte ho dei periodi di stasi. Credo che il problema sia nell’attività fisica sulla quale sono discontinua. Proverò quindi con le cene superleggere da alternare a quelle leggere, chissà che non vada meglio!! Grazie,
    Carla Carlucci

    • Gentile Carla,
      grazie per il suo interessante commento. In effetti penso anch’io che – oltre a continuare a mangiare “bene” – per lei sia fondamentale riprendere un’attività fisica costante (ce la fa 3 volte a settimana?) per aumentare la massa magra ecc. Comunque complimenti, è veramente bravissima! Mi faccia sapere, Barbara

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome