Alito all’aglio? Ecco i cibi migliori per evitarlo


Sia che lo si ami o lo si detesti, a nessuno fa piacere sentirsi l'alito che sa di aglio (e ancora meno fa piacere agli altri…). Sebbene questo bulbo venga giustamente considerato un  alimento-farmaco per le sue innumerevoli virtù terapeutiche, la sua presenza nei cibi può lasciare a lungo il suo ricordo in bocca. Tutta colpa dell'allicina e relative sostanze volatili, tanto più presenti quanto più l'aglio è crudo. Per fortuna uno studio appena pubblicato sul numero di settembre del Journal of Food Science ci rivela che alcuni cibi si rivelano preziosi per ridurre "l'alitosi da aglio". Dunque, i ricercatori dell'Università dell'Ohio hanno somministrato ai partecipanti una sorta di aglio da masticare e subito dopo diversi alimenti. Ossia mele crude, mele cotte e in succo, lattuga sia cruda che cotta, foglie di menta fresche o in succo e tè verde. Poi sono stati analizzati i livelli delle sostanze volatili dell'aglio, responsabili dell'odore, presenti nel respiro. Ebbene, i più efficaci per abbattere la presenza dei composti volatili sono risultati la mela e la lattuga crude: ben il 50% per cento in meno rispetto al gruppo di controllo che ha assunto solo acqua dopo l'aglio. Le foglie di menta hanno avuto un maggiore effetto deodorante sull'alito rispetto ai vegetali crudi. Succo di mela, mela cotta, lattuga cotta e succo di menta hanno comunque ridotto i livelli di sostanze volatili, anche se in modo meno efficace. Nessuna azione sembra essere stata esercitata dall'assunzione di tè verde. Secondo i ricercatori, gli alimenti deodorizzano e neutralizzano le sostanze volatili nel respiro attraverso due meccanismi. Il primo è dovuto alla presenza di alcuni enzimi presenti solo negli alimenti crudi mentre il secondo ai composti fenolici, che sono contenuti sia nei cibi crudi che cotti. Ed è proprio grazie a questa doppia presenza di enzimi e composti fenolici che ii vegetali crudi si sono rivelati più efficaci nella lotta all'alitosi da aglio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome