Scuola di cucina
Buona pasta fai da te

Foto di Luca Colombo

Dai ravioli alle orecchiette, diamo via libera alla fantasia con queste gustose ricette di pasta fresca, variandone i formati, le farine e, addirittura, il colore! Con in più qualche consiglio pratico

Autentico patrimonio nazionale, la pasta fatta in casa fa parte delle tradizioni casalinghe delle famiglie italiane. Tuttavia, nella maggior parte dei casi si tende a preparare sempre gli stessi impasti. Per portarvi su nuove strade vi proponiamo di sperimentare, ad esempio, alcune farine alternative, interessanti dal punto di vista nutrizionale, come quella di grano saraceno; oppure di inserire gli ortaggi negli impasti, o ancora di provare forme insolite.

Ogni farina nella giusta percentuale

Per la buona tenuta della pasta fresca, quando si vuole realizzare una variante con farine alternative alle più usate bisogna sempre verificare quanto siano adatta a formare impasti e come cambierà la struttura della pasta una volta cotta.

  • Nel caso di farine particolari come quella di canapa, di grano saraceno oppure di riso, bisogna considerare una loro percentuale dell’impasto totale non superiore al 20%. Con percentuali maggiori si rischierebbe di avere un impasto impossibile da lavorare oppure che la pasta realizzata si rompa durante la cottura.
  • La farina di farro necessita anche di un po’ di farina di grano duro nell’impasto, oppure bisogna aumentare la dose di acqua o di altri ingredienti umidi.
  • La farina integrale di frumento può sostituire completamente la farina bianca.

Colorare la pasta con ingredienti naturali

Il modo più semplice di colorare gli impasti è quello di aggiungere spezie dal colore intenso come la curcuma o lo zafferano, che danno alla pasta una tonalità giallo-arancio. Quando, invece, si utilizzano ortaggi o frutta bisogna usare qualche accorgimento perché va presa in considerazione l’umidità che questi ingredienti aggiungono agli impasti. Nel caso delle verdure a foglia queste vanno prima frullate e poi asciugate il più possibile passandole in forno o in una padella antiaderente. L’ideale per gli ortaggi o la frutta sarebbe di ridurli prima in chips essiccate e poi macinarli nel mixer. In questo modo si aggiungerebbe polvere disidratata. Se invece questi passaggi non sono attuabili, dopo la loro aggiunta sotto forma di purè asciutto è meglio prevedere l’aggiunta di almeno un cucchiaio di farina: in questo modo si aiuta l’impasto a restare asciutto ed elastico.

Ecco 7 ricette che oltre alla pasta comprendono anche il condimento più adatto. Buon divertimento!

Ravioloni rossi con ripieno di patata e mozzarella di bufala
Difficoltà: media
Preparazione: 60 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Emanuele Patrini


Lasagne agli spinaci con crema verde
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Lisa Casali

Tagliolini profumati con olio alle erbe e noci
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano


Maltagliati di mais gratinati con broccoli e mandorle
Difficoltà: media
Preparazione: 50 minuti
Cottura: 60 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Tagliatelle viola con salsa gialla allo zafferano
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 20 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

 

Buona pasta fai da te - Ultima modifica: 2018-12-03T08:20:53+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome