Fresche leggere e per tutti i gusti. Cosa di meglio in estate per comporre il piatto forte del pranzo o da offrire in apertura di una cena?

5 ricette di insalate: Insalata con quartirolo - Insalata con uva, carote, patate e feta - Insalata del Nuovo Mondo alle erbe - Insalata colorata di grano saraceno al basilico - Sfogliatine con insalat ricca alla greca

Se ne può inventare una tutti i giorni, a seconda del proprio stato d’animo, della situazione metereologica, della stagione e della compagnia in cui ci si trova. Semplicissima o elaborata, esotica o nostrana, mista o monogusto, contorno o monopiatto, leggera o sostanziosa: l’insalata è sempre un piatto gradito in tutte le regioni, ma particolarmente piacevole e rinfrescante in estate. Può essere banale contorno dei masochisti che la mangiano con la bistecca oppure invitante accompagnamento di classici secondi piatti o ancora vero e proprio piatto gustoso e completo per un pasto veloce.

Mista sì, ma non a caso

Si pensa, a torto, che fare un’insalata mista significhi mescolare insieme diverse qualità a caso, ma per ottenere una buona insalata bisogna conoscere i sapori e i profumi delle diverse qualità, per saper dosare quelli più forti e per evitare gli abbinamenti sbagliati. Due sono i trucchi da tener presente: la giusta combinazione degli ingredienti e il condimento. Alcune insalate, come per esempio la rucola e il crescione, hanno un sapore molto particolare che può essere dominante e annullare i sapori più delicati di altri tipi. Altro elemento poco importante per il gusto, ma che aumenta il piacere dell’incontro, è la presentazione.

Solo un ingrediente proteico e il giusto condimento

 

Si può trasformare una semplice insalata in un monopiatto arricchendola con un ingrediente proteico, ad esempio formaggio, uova, riso, pasta o darle un tocco esotico con l’aggiunta di uno o più tipi di frutta. Ovviamente si rischia di rendere poco digeribile anche un’insalata se si mettono questi ingredienti tutti insieme. Una salsa saporita può trasformare anche l’insalata più semplice in un piatto sfizioso. I cuochi francesi sono molto bravi nella preparazione dei condimenti, anche se qualche volta le salsine che accompagnano i piatti o le insalate sono troppo ricche di panna o di burro. Le stesse si possono preparare senza problemi sostituendo la panna con yogurt e il burro con l’olio.

Buono a sapersi

•    Se avete dimenticato l’insalata in frigorifero e si è un po’ appassita, prima di usarla immergetela in un recipiente di acqua tiepida per una decina di minuti.
•    Se siete sempre di fretta e non tutti i giorni riuscite a trovare il tempo per pulire e lavare l’insalata, potete prepararla in anticipo per due o tre giorni. Dovete asciugarla bene, e conservarla in contenitori chiusi. L’importante è che siano capienti e che l’insalata non si schiacciata.
•    Al momento dell’acquisto assicuratevi che i cespi o le piantine siano sode e compatte, se le foglie esterne sono già vecchie l’insalata va consumata in giornata.
•    Comprate solo insalate di stagione, sono più saporite.

Ecco le nostre stuzzicanti insalate.

Insalata con quartirolo
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Carla Galbani

Insalata con uva carote patate e feta
Difficoltà: Facile
Preparazione: 35 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Insalata del Nuovo Mondo alle erbe
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Insalata colorata di grano saraceno al basilico
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Sfogliatine con insalata ricca alla greca
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here