Tutto sulle altre farine

1 | 1 voto/i

Un libro che porta il lettore alla scoperta delle farine integrali, di cereali e semi diversi dal frumento.Gli autori esplorano questa vasta materia, indicandone l’uso e la migliore destinazione in cucina, con particolare attenzione per chi soffre di intolleranze alimentari. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Editore: Tecniche Nuove
Pagine: 128
Formato: 14,3 x 21 cm
Prezzo in promozione: cartaceo  8, 42 euro
                                          digitale     5,60 euro

Perché e come consumare farine e cereali diversi dal frumento? Le ragioni sono molteplici e vanno dalla salute, alla curiosità e al desiderio di provare qualcosa di nuovo. Infatti, è sempre più evidente il legame tra consumo esclusivo di farina bianca e di cereali raffinati e la diffusione delle patologie tipiche del mondo moderno: dall’obesità al diabete, alle patologie cardiache e ai tumori; inoltre è sotto gli occhi di tutti il numero crescente di persone intolleranti al glutine o al grano. 

D’altro canto anche i consumatori sono sempre più attenti e desiderosi di provare prodotti differenti da quelli di largo consumo: non solo i più comuni riso mais o orzo, ma anche segale, avena, miglio o semi diversi dai cereali come il grano saraceno, la quinoa, o l’amaranto. 

Gli autori del libro "Tutto sulle altre farine",  esplorano questa vasta materia descrivendo le “altre” farine, indicandone l’uso e la migliore destinazione in cucina, con particolare attenzione per chi soffre di intolleranze alimentari e per i vegetariani. Alla prima parte descrittiva, segue una corposa seconda parte di ricette: pani, paste semplici e ripiene, torte salate e dolci, salse e creme.

GLI AUTORI

Antonio Zucco
Classe 1981, terminati gli studi parte per Amsterdam. Rientrato in Italia inizia ad approfondire le tematiche delle intolleranze alimentari e della cucina naturale. Attualmente collabora con la rivista Cucina Narurale, lavora in un locale di Saluzzo (CN) e si occupa di consulenze.

Lorenzo Preti
Bolognese di nascita e cuneese di adozione, inizia il suo percorso di studi culinari e vola a Londra. Attualmente lavora in locali del cuneese e si occupa di consulenze.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome