5 | 3 voto/i

Non è mai troppo tardi per cambiare stile alimentare e porsi l’obbiettivo personale di vivere più a lungo in salute, lo dimostra uno studio dell’Università di Bergen che riporta dati molto precisi e promettenti anche per chi è molto avanti con l’età. Cucina e alimentazione sono più che mai determinanti e basare la dieta soprattutto su ortaggi, legumi, frutta fresca e secca a guscio, cereali e farine integrali è la strategia vincente!!!

Vivere più a lungo è l’obbiettivo di molti, eppure l’attenzione verso alimentazione e dieta viene spesso trascurata se come riporta una statistica dell’Oms le patologie legate con certezza agli errati consumi alimentari portano ogni anno a 11 milioni di decessi e ancora più situazioni di infermità conclamate.

Gli studi e le ricerche che evidenziano come la qualità delle personali abitudini alimentari sia determinante per vivere più a lungo sono innumerevoli, toccano via via diversi aspetti o si concentrano sulle problematiche di alcune specifiche patologie, ma tutte arrivano a simili conclusioni.

Advertisement

Per capire meglio quanto effettivamente si possa vivere più a lungo cambiando strategia alimentare i nutrizionisti dell’Università di Bergen, in Norvegia, hanno pensato di elaborare un chiaro modello statistico, pubblicato poi su PLoS Medicine, frutto dell’incrocio di dati e nozioni fino a qui acquisite.

La prima nota importante che balza agli occhi è che per cambiare il proprio stile alimentare e vivere più a lungo non è mai troppo tardi, anche in età avanzata gli effetti benefici di una buona dieta si fanno concretamente sentire in positivo.

Così se un giovane di vent’anni con la corretta alimentazione può guadagnare da 11 a 13 anni di vita in più poco meno avverrebbe per un persona di 60 anni (circa 8-9 anni), mentre a 80 anni ci sarebbero comunque un beneficio per nulla trascurabile di 3,4 anni in media guadagnati in più.

Per alimentazione e dieta corretta ci si riferisce in particolare a quegli stili alimentari, come il modello di riferimento della cucina mediterranea, che lasciano largo spazio alla presenza di ortaggi, legumi, frutta fresca e secca a guscio, cereali e farine integrali circoscrivendo la pur importante dose di pesce e limitando al massimo quella di carne e derivati lavorati.

Come è comprensibile per vivere più a lungo non basta la sola alimentazione, influiscono altri elementi del proprio stile di vita come l’attività fisica, il contesto geografico in cui si vive con i relativi dati ad esempio dell’inquinamento atmosferico, la predisposizione personale e così via.

Ma certamente l’alimentazione e soprattutto la cucina che si applica e poi si porta a tavola con i corretti usi delle tecniche di cottura e trasformazione del cibo, sono assolutamente determinanti in questa ottica e in generale per stare bene godendo con piacere e benessere di ciò che consumiamo.

Magari con un occhio anche all’ambiente e all’equo distribuzione delle risorse alimentari che sono direttamente collegati con le nostre scelte quotidiane di acquisto.

5 | 3 voto/i

Vivere più a lungo cucinando bene, prima si fa meglio è! - Ultima modifica: 2022-04-26T11:33:56+02:00 da Giuseppe Capano
Vivere più a lungo cucinando bene, prima si fa meglio è! - Ultima modifica: 2022-04-26T11:33:56+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome