5 | 2 voto/i

In estate è forse più facile coniugare insieme i prodotti del mare con quelli della terra, ma questa unione salutare se gestita con equilibrio porta tantissimi benefici tutto l’anno visto che si sommano le tantissime virtù dei due generi alimentari come anche le qualità organolettiche e il piacere di consumare a tavola buonissimi piatti!

In un periodo di vacanza estivo è abbastanza frequente ritrovare il connubio tra verdura e pesce vista la loro compensazione reciproca a livello nutrizionale e soprattutto di gusto.

Si tratta però in realtà spesso di una combinazione si subalternità nel senso che l’alimento che viene considerato più pregiato e nobile, come potete intuire il pesce, predomina su quello che spesso è una sorta di semplice accompagnatore, la verdura.

Advertisement

Questo perché è frequente ritenere il pesce e gli ortaggi come due soggetti distinti che si possono comparire insieme all’interno di uno stesso piatto, ma senza che vi sia complementarità, equità o ancora meglio che il secondo prevalga sul primo come secondo la mia visione dovrebbe essere.

La verdura, infatti, è spesso solo il contorno del pesce che rimane il protagonista principale della preparazione, in altri casi partecipa alla cottura, ma rimane sempre un complemento.

È importante, invece, rimarcare che gli alimenti vegetali hanno un ruolo fortemente strategico, non solo per le loro ampiamente comprovate qualità nutrizionali e salutistiche, ma per la straordinaria capacità di essere allo stesso tempo protagoniste alla pari con gli altri alimenti e di questi mitigare e attenuare i difetti di fondo.

Rendendo così più armonica una cucina attenta non solo agli aspetti puramente gastronomici, ma anche a tutto ciò che in qualche modo ruota intorno all'equilibro alimentare complessivo.

Valorizzare al meglio il maggior numero di alimenti vegetali e le specie di pesci più comuni e facilmente presenti sui mercati di tutti i giorni rimane una delle strategie migliori che si possiamo seguire per gustare in salute gli alimenti.

Verdura e pesce quindi è quello da cui bisognerebbe partire e non il contrario, cioè mettere come prima protagonista la verdura e poi saperla saggiamente accoppiarla a dosi di pesce non eccessive.

Insomma bisognerebbe imparare a sostituire il mito della “mangiata di pesce” fine a se stessa, per il puro diletto del palato, con quello di una sana “scorpacciata” di verdura e pesce che non sia relegata a pochi eventi speciali.

Piuttosto una presenza, con la frequenza che ognuno può valutare e stabilire in base ai tanti fattori personali da valutare, di un modo sano di alimentarsi all’insegna del benessere e della salute.

Di abbinamenti intelligenti tra verdura e pesce ne abbiamo tanti qui sul sito di Cucina Naturale, ad esempio qui dove il pesce sposa l’indivia belga, come anche in questa ricca e variegata proposta e andando vero il prossimo autunno qui con l’accompagnamento di funghi e radicchio rosso!

5 | 2 voto/i

Verdura e pesce, un unione felice non solo in estate - Ultima modifica: 2020-08-20T07:45:13+02:00 da Giuseppe Capano
Verdura e pesce, un unione felice non solo in estate - Ultima modifica: 2020-08-20T07:45:13+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome