5 | 3 voto/i

Difficile trovare chi non ama l’erba aromatica nobile per eccellenza nella cucina mediterranea, il basilico, di cui vi svelo alcune caratteristiche importanti da conoscere e seguire per fare in modo che esprima al meglio tutta la sua potenza espressiva nei piatti che preparate per l’estate!

Il basilico è l’erba aromatica più intimamente mediterranea tanto che questo stile di alimentazione, salute e vita potrebbe prendere il nome anche da questa pianta dal fusto quadrangolare eretto con abbondanti foglie molto profumate dal colore verde vivo e piccoli fiori bianco rosati.

I latini ne onoravano sia a tavola che in medicina le tante virtù tanto da definirla nobile pianta regale benvenuta sia nei palazzi dei potenti che nelle case del popolo in generale per profumare e valorizzare i cibi sopratutto in estate quando il basilico esprime al meglio tutta la sua potenza aromatica.

Oggi lo si ritrova praticamente tutto l’anno grazie alle diffuse serre e andrebbero valutati attentamente tutti i benefici che questo comporta al di la dei lati pratici e funzionali al mercato ristorativo e consumistico moderno.

A mio modo di vedere sono vantaggi fuorvianti sia per il piacere sublime di ritrovare la pianta nella sua naturale collocazione stagionale, sia per gli abbinamenti che come già accennato trionfano sopratutto con i cibi dell’estate ed è li che oggi mi vado a concentrare.

Per cominciare dobbiamo sottolineare una sorta di aspetto più squisitamente tecnico che valorizza come non mai le profumate foglie del basilico.

Il loro inconfondibile e caratteristico aroma iniziale, infatti, si concentra e diventa forte, intenso e penetrante quando le si uniscono a ingredienti oleosi come frutta secca, formaggi e oli vegetali.

E questo credo ricordi a tutti un condimento Italiano di assoluto valore diffuso oggi in tutto il mondo, il fantastico pesto genovese o ligure che è proprio con questi elementi combinati insieme che diventa quello spettacolo di salsa che tutti conosciamo bene!

A livello di abbinamenti vegetali invece il basilico è l’insaporitore d’elezione per accompagnare il pomodoro e tutti i suoi derivati, da quando questo ortaggio è arrivato dalle Americhe di istinto nella cultura conviviale mediterranea la pianta con cui si è cercato di valorizzarlo è stata il basilico insieme al compagno di profumi origano, altra fantastica pianta aromatica di cui torno a parlare presto.

Ma il basilico non si ferma certo al solo abbinamento con il pomodoro, tutti gli ortaggi estivi come melanzane, peperoni, fagiolini, cetrioli, ecc. sia crudi che cotti traggono grande vantaggio dall’essere abbinati a questa erba aromatica che spero non vi facciate mai mancare in cucina.

Anche perché non è necessario e non vale proprio la pena acquistare le singole foglie o mazzetti nei mercati tanto è facile e vantaggioso coltivare le piantine in vaso, volete mettere la potenza aromatica di foglie appena staccate dalla pianta che non hanno ricevuto altro stress conservativo!!!

In estate le piantine di basilico possono crescere e prosperare in ogni angolo d’Italia basta esporle alla luce e al sole, bagnarle di frequente, raccogliere man mano le foglie in attesa dei nuovi gettiti e spuntare i fiori per fortificare gli steli, operazioni oltre che vantaggiose di una semplicità esemplare.

Un piccolo consiglio: tenendo conto delle diverse dimensioni naturali delle tante varietà di basilico presenti è in ogni caso preferibile utilizzare foglie medie o piccole per la cucina quotidiana lasciano quelle più grandi magari per conserve di vario tipo.

Nel raccoglierle però possibilmente cercate di non tagliarle con attrezzi metallici e successivamente pulitele e spezzettatele con le mani senza l’uso di coltelli o in alternativa lavoratele nei classici mortai di pietra o legno come si fa con il sublime pesto.

In genere il basilico si utilizza a crudo o aggiunto poco prima della cottura finale del piatto, ma se inserito in condimenti e salse in cui è protetto dalle sostanze grasse tollera relativamente meglio temperatura elevate e esposizione all’aria.

Concludendo vi lascio alcuni link e suggerimenti presenti sul sito di Cucina Naturale a ottime ricette in cui utilizzare al meglio il profumato basilico.

Ad esempio a questa mia recente ricetta di una soffice mousse con la presenza dell’immancabile pomodoro, come anche questi “Involtini di melanzane e alici in salsa di basilico e mandorle” o a queste irresistibili “Frittelle di patate al basilico” ottime come aperitivo estivo!

5 | 3 voto/i

Quanto amate il basilico? Vediamone i pregi in abbinamento ai cibi dell’estate - Ultima modifica: 2020-07-19T08:23:16+02:00 da Giuseppe Capano
Quanto amate il basilico? Vediamone i pregi in abbinamento ai cibi dell’estate - Ultima modifica: 2020-07-19T08:23:16+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome