Pausa pranzo sempre più orientata su preparazioni sane con grande ricchezza di verdure

5 | 2 voto/i

Le positive tendenze moderne verso una pausa pranzo all’insegna del cibo sano di qualità che soddisfa il gusto e la salute

La pausa pranzo rimane un momento molto importante della giornata a prescindere dalla professione che si svolge e per fortuna si prende sempre più coscienza di quanto sia fondamentale scegliere cibi e pietanze giuste per rimanere efficienti e in salute.

Questo spiega anche il proliferare di molte offerte food moderne che soprattutto nelle grandi città spopolano e vengono sempre più seguite, non tanto quelle più goderecce che puntano solo sulla sollecitazione del gusto, ma piuttosto quelle che sanno coniugare il piacere con il benessere.

Un ottima fotografia di questa tendenza ci è stata messa a disposizione da un'analisi del food delivery Deliveroo una delle maggiori aziende per il servizio di consegna di cibo a domicilio.

Nello specifico ci si è focalizzati sulle tendenze d’ordine delle sole realtà aziendali che come è naturale si concentrano in prevalenza lungo la pausa pranzo.

Per prima cosa è interessante notare quali sono le città in Italia che più si muovono in questa direzione, Milano rimane la prima in assoluto sia come ordini che come numero di proposte differenziate, seguono poi Roma, Firenze, Bergamo e Monza con una tendenza meno accentuata nel sud.

I piatti maggiormente ordinati durante la pausa pranzo sono quelli che rispecchiano specificatamente un immagine moderna di cucina della salute con varie impronte di gastronomia mondiale in cui la etnica ha maggiore risalto.

Così al nord spopolano, soprattutto a Milano, le poke bowls (il primo termine si pronuncia poh-kay) di origine e tradizione hawaiana in cui si ritrova in una grande ciotola un insieme di verdure e pesce crudo tagliati a cubetti accompagnati di solito da un cereale in chicchi, prevalentemente riso in realtà.

Di grande richiamo sono poi le insalate intese come ricchi piatti unici in cui a una classica base vegetale di verdure a foglie si aggiungono una serie variegata di altri cibi dai già citati cereali in chicchi, alle uova, formaggi, pesce, carne cotta alla griglia, semi oleosi, frutta secca e molto altro.

Tra i cereali in chicchi grande richiamo ha poi la quinoa che pur non essendo un vero cereale, credo come sappiate tutti, ne svolge ottimamente le funzioni con una buona presenza di proteine, assenza di glutine e gusto piacevole nelle tre versioni disponibili bianca, rossa e nera.

In una città dai gusti diversi come Roma invece oltre alle insalate da piatto unico che abbiamo già citato spopolano i veg-burger alternative vegetali al classico fast-food con carne e in linea con questi diverse proposte di polpette vegetariane vegane a base di legumi, ortaggi e verdure.

Curioso qui il successo della pita tipico pane piatto lievitato di forma tonda e bassa a base di farina di grano diffuso nella cucina del sud mediterraneo e del medio oriente che per la maggiore viene presentata riempita di combinazioni vegetariane e vegane.

Insomma molte tendenze che si spingono sempre più verso un concetto globale di Cucina Naturale che è poi la filosofia della nostra storica rivista!!!

Pausa pranzo sempre più orientata su preparazioni sane con grande ricchezza di verdure - Ultima modifica: 2019-02-16T22:37:37+00:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome