Grano saraceno, un’idea in cucina con la zucca

4.5 | 2 voto/i

L’importanza di consumare i cereali nella forma in chicchi integra, alcune curiosità e informazioni sul gustoso grano saraceno e una piccola proposta per un piatto in abbinamento con la stagionale zucca!

Quando possiamo diamo sempre la preferenza nelle nostre scelte di acquisto ai cereali in chicchi, sono sempre la versione migliore da prediligere rispetto a farine, fiocchi e altro che per il fatto stesso di essere state ridotte in piccole parti sono andate incontro a un deterioramento maggiore.

Di chicchi integri, decorticati o perlati c’è ne sono una grande varietà e non sono necessariamente cereali come famiglia di derivazione, tutti però hanno questa caratteristica di presentarsi sotto forma di un seme come riferimento estetico con dimensioni dal molto piccolo al molto grande.

Il grano saraceno a cui vi inviterei dare una certa preferenza ha dimensioni medie e si presenta con chicchi curiosamente di forma semi triangolare.

E lui è forse il più antico simil cereale, ovvero quelle piante che vengono comunemente accomunate agli altri membri ufficiali dei cereali pur non facendone parte realmente.

Il fatto che queste varietà siano spesso considerate normali cereali dipende dal fatto di avere caratteristiche nutrizionali e strutturali molto simili.

Come ad esempio una buona quantità di proteine, un basso indice glicemico, una benefica quantità di fibre, preziosi sali minerali come magnesio e potassio e nel caso specifico un’assenza totale di glutine.

I chicchi del grano saraceno, quasi una sorta di piccole piramidi in miniatura, cuociono mediamente in 15 minuti con un volume di liquido, acqua o brodo vegetale, di circa 2,5 volte (per semplificare 100 g di grano, 250 ml di liquido).

Una volta cotto si lascia riposare il grano coperto per 5-10 minuti e poi con l’aiuto di una forchetta si sgranano i chicchi su un vassoio fino a raffreddarlo se non si usa subito.

Si conserva, infatti, facilmente in frigorifero e si può rifinire all'ultimo momento con tutta una serie di abbinamenti dando preferenza a altri ortaggi, legumi o al limite pesce.

Dovendo dare un suggerimento pratico tra i tanti direi che in questo periodo di zucche conviene senz'altro approfittare per unire le rispettive prerogative in un gustoso piatto.

Possiamo iniziare facendo rosolare in padella della cipolla rossa tritata con un poco olio, aggiungere della zucca (consigliata la Delica la mia preferita) a cubetti profumandola con un pizzico di curry dolce o piccante a scelta.

Lasciarla poi cuocere 10 minuti, quindi unire il grano saraceno già cotto e completare con una manciata di olive, del prezzemolo tritato e dei pomodori sottolio tritati grossolanamente o se fate ancora in tempo freschi tagliati a spicchietti.

E buona degustazione!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome