5 | 5 voto/i

Ricordiamo le tante virtù di una signora erba aromatica che vi invito a tenere nei vostri vasi grazie all’ampia facilità nel coltivarla e la sua fedeltà negli anni visto che a ogni primavera si ripresenta di nuovo fulgida e splendente pronta ad esaltare i nostri piatti in cucina!!!

L’erba cipollina in cucina è una risorsa di grande pregio che consiglio vivamente di tenere sempre a portata di mano quando con l’inizio della primavera i suoi bei filamenti verdi cominciano a spuntare dal terreno.

Si perché il bello di questa erba aromatica è che cresce con estrema facilità anche in un piccolo vaso e rimane a farci compagnia per lunghi anni se non prende gelate troppo intense o non riceve per errore sufficiente idratazione.

Advertisement

Come si vede dalla foto sotto la mia erba cipollina mi segue fedelmente da molti anni e anche quando nell’inverno pieno sembra del tutto scomparsa e andata a miglior vita poi con l’arrivo di marzo mi sorprende sempre gioiosamente con la sua rinascita che in un contesto di feste di pasqua è certo un parallelo interessante!!!

Per cui coltivatela senza indugio e soprattutto usate sena remore l’erba cipollina in cucina perché sa donare ai piatti quella freschezza aromatica che riporta all’irruenza delle comuni cipolle ma con note sensoriali molto più dolci, gentili e rispettose degli altri cibi.

Straordinaria con molti prodotti orticoli della primavera estate dagli asparagi di ora fino al trionfo con i pomodori solari estivi può cambiare con nulla la fisionomia di una ricetta, anche un semplice e buon olio extravergine d’oliva con la presenza dell’erba cipollina fresca diventa un condimento super con cui esaltare la pasta fresca, i cereali in chicchi, gli ortaggi a vapore, i legumi e moltissimo altro!

Sentitene ad esempio la potenza in questi “Pomodorini farciti con taccole e patate all’erba cipollina”, in questa eccellente “Mousse di asparagi con menta ed erba cipollina” e nell’abbinamento classico e molto intonato alla stagione di uova e asparagi.

Senza dimenticare quando arriveranno di utilizzare anche i bellissimi fiori che sono ottimi nelle insalate e in altre pietanze come ho raccontato in un precedente post di alcuni anni fa.

Per chi ancora non la conosce bene possiamo dire che si tratta di una pianta erbacea, perenne, appartenente alla famiglia delle Liliacee con la pregevole prerogativa di essere l'unica cipolla che cresce spontanea sia nel vecchio che nel nuovo mondo in un parallelo molto interessante.

Le foglie sono lunghe e cilindriche di un color verde con sfumature più o meno intense, affascinanti fiori rosa-lilla tendenti al color porpora e un altezza che difficilmente supera i 50 cm.

Il sapore ricorda la cipolla, ma è meno intenso e forte tanto da risultare gradevole con numerosi alimenti come gia dicevo ma che non fa male ripetere: uova, formaggi, zuppe, insalate, creme e salse di verdura, condimenti all’olio, avocado, pomodori, zucchine e così via.

Per apprezzare interamente le sue qualità è decisamente meglio utilizzarla a crudo unendola all’ultimo anche per non sprecare le buone quantità di Vitamine A e C che contiene.

Si raccoglie a mazzetti o filamenti (meglio ricordo averla da se che comprarla), tra marzo e ottobre, e per prima cosa vanno scartati i filamenti di foglie giallastri e bruni oltre alle guaine biancastre ancora presenti.

Per l'utilizzo effettivo dell’erba cipollina in cucina dopo il lavaggio si asciuga con cura e si tagliuzza finemente con l'aiuto di una forbice, ma appunto solo poco prima dell'utilizzo effettivo!

5 | 5 voto/i

Erba cipollina in cucina, una signora aromatica - Ultima modifica: 2021-04-05T11:30:49+02:00 da Giuseppe Capano
Erba cipollina in cucina, una signora aromatica - Ultima modifica: 2021-04-05T11:30:49+02:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome