Mirtilli benefici: è anche questione di porzioni


Chi ha la fortuna di passeggiare in montagna può raccoglierne in abbondanza: i mirtilli sono finalmente di stagione! Queste piccole bacche blu sono diventate tra i cibi-farmaco più consigliati per il loro effetto protettivo sulla salute dell’apparato cardiovascolare del gentil sesso ma non solo. Un noto studio USA, difatti, effettuato su quasi centomila donne per un lungo periodo aveva riscontrato che quelle che consumavano più spesso mirtilli (oppure le fragole) avevano il 34% in meno di rischio di andare incontro a un attacco di cuore rispetto alle donne che ne mangiavano pochi o niente. Il concetto importante quando si parla di alimentazione preventiva come in questo caso è quello della soglia: al di sotto di una certa quantità consumare pochissimi mirtilli o zero apporta lo stesso risultato. Per avere un effetto terapeutico benefico sul cuore è importante mangiarne tre porzioni a settimana: e ogni porzione deve equivalere ad almeno mezza tazza. Per fortuna, oltre che freschi, i mirtilli li troviamo sia essiccati che congelati durante l’anno. Adesso però godiamoceli freschi! Qui sotto qualche consiglio per aumentarne l’assunzione.

5 consigli utili per ricordarsi i mirtilli a tavola

1 A colazione, non dimenticate di mescolare i mirtilli (freschi o secchi) nel vostro muesli , nello yogurt e in ricette più golose come i pancakes che vedete nella foto; oppure preparatevi dei frullati di mirtilli con latte vaccino oppure vegetale.

2 A pranzo o cena, aggiungete una manciata di mirtilli alle vostre insalate verdi, oppure completate i pasti con una coppetta di queste bacche.

3 Come spuntino, oltre ai mirtilli freschi al naturale, potete utilizzare sia quelli secchi nello yogurt che quelli congelati per preparare dei frullati o dei gelati veloci (mescolandoli a un gelato fior di latte, ad esempio)

4 Quando fate la spesa, non dimenticate di inserire la voce “mirtilli” (freschi, secchi, congelati) sulla vostra  lista!

5 Fatevi ispirare dalle nostre salutari ricette che utilizzano i mirtilli freschi. Ovviamente non valgono i dolci industriali che contengono pochissimi mirtilli ma tanti grassi e zuccheri!

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome