4 dicembre
Il calendario dell’Avvento di Cucina Naturale

4.7 | 3 voto/i

Ogni giorno scopriamo una casellina dedicata a un alimento della tradizione natalizia, dai frutti alle spezie. Alternando piccole curiosità, virtù nutrizionali oppure ricette di dessert light. Perché dicembre è il mese della dolcezza, ma se scegliamo quella naturale e salutare ancora meglio…

I suoi chicchi color rubino, considerati portafortuna per un anno prospero e fecondo, non possono mancare dalle tavole del Natale o del Capodanno. Ma perché? Come già si capisce dal nome, la melagrana è una “mela con i grani”. E in effetti si tratta di un frutto che è costituito dall’insieme dei suoi carnosi semi, detti arilli. Un’eccezione botanica che è alla base del suo significato simbolico legato alla fertilità (i semi rappresentano l’origine della vita). Una simbologia che nei secoli ha attraversato diverse culture e religioni: nella mitologia greca e romana, pianta e frutto erano sacri perché amati da Venere e Giunone. Per i buddisti, simboleggiava l'immortalità dell'anima e la perfezione della natura. Insieme a ulivi, datteri e fichi, il melograno è uno dei quattro alberi sacri per l'Islam. Fino a diventare uno dei frutti preferiti durante il Medioevo cristiano perché, oltre alla sua carica simbolica legata alla fertilità, anche il suo sapore complesso, agrodolce, leggermente amaro era perfetto per i dettami dietetici (il suo succo veniva consigliato come rimedio per lo stomaco) e gastronomici dell'epoca. I cuochi di corte nel Medioevo aggiungevano il suo succo agli stufati o alle salse più diverse o, ancora, utilizzavano la spremuta al posto dell’aceto grazie al suo leggero gusto asprigno.

La rossa melagrana è davvero un concentrato di virtù salutari, grazie al contenuto di antiossidanti polifenoli, vitamine del gruppo B, la K, la E e la C, numerosi minerali e oligoelementi (dal potassio al magnesio, dallo zinco al selenio). Un mix ideale per aiutare l’organismo a difendersi meglio dal freddo e per contrastare gli stress fisici. Infatti il suo succo è molto consigliato agli sportivi perché facilita il recupero muscolare dopo l’attività fisica.

Advertisement

Il dessert leggero e sano (per una persona)

Composta natalizia di mela e melagrana

Tagliate una mela a pezzi e mettetela in un pentolino con un dito d’acqua, spruzzatela con succo di limone per non farla annerire e cuocetela per una decina di minuti, fino a quando diventa morbida. Levatela dal fuoco, unite un cucchiaino colmo di miele (di castagno o altro) e una spolverata di zenzero secco o altre spezie a piacere. Quindi frullatela rapidamente ricavando una composta. Versatela in una coppetta da dessert e lasciatela intiepidire. Prima di servirla, completatela con 10 g di cioccolato fondete in scaglie fini e una cucchiaiata di chicchi di melagrana.

 

4.7 | 3 voto/i

Il calendario dell’Avvento di Cucina Naturale - Ultima modifica: 2021-12-04T08:00:14+01:00 da Barbara Asprea
Il calendario dell’Avvento di Cucina Naturale - Ultima modifica: 2021-12-04T08:00:14+01:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome