Finalmente in linea per le vacanze? Ecco come non riprendere il peso

Cosa risulta più efficace per rimanere snelli dopo una dieta dimagrante? Gli autori di una ricerca pubblicata su Obesity l’hanno capito monitorando dei “nuovi magri” per un periodo di 12 mesi e hanno scoperto che…

4 | 1 voto/i

Cosa preferite, 30 minuti di corsa leggera - magari in riva alla spiaggia - oppure una breve ma intensa sessione di esercizi? Entrambe vi faranno bruciare intorno alle 200 calorie. È la spesa energetica dovuta al movimento calcolata in un interessante studio americano pubblicato recentemente su Obesity.

Una ricerca nella quale l'attività fisica si è dimostrata efficace per mantenere il dimagramento ottenuto grazie a una dieta. Una volta raggiunto l’obiettivo di perdere peso, l’aspetto più critico è proprio quello di non riprendere i chili perduti, dato che proseguire con una restrizione calorica “cronica” diventa impossibile da sopportare e danneggia il metabolismo.

Lo studio in poche parole

I ricercatori hanno messo a confronto un gruppo, che a distanza di un anno è riuscito a mantenere il dimagramento, con altri due: uno di soggetti normopeso che non praticano attività fisica e che pesano come i “dimagriti” (intorno ai 68 chili) e un gruppo di soggetti sovrappeso o obesi (media di 96 chili) il cui peso era simile a quello del gruppo ma prima della dieta. Dopo accurati test, gli studiosi hanno visto che il segreto del mantenimento post-dieta era proprio la quantità di energia bruciata nell'attività fisica che nel gruppo in questione era significativamente più alta rispetto agli altri due.

Finalmente in linea per le vacanze? Ecco come non riprendere il peso - Ultima modifica: 2019-07-02T22:46:39+00:00 da Barbara Asprea

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome