Ricette mediterranee
Verdure estive: a tavola e sotto vetro


C’è una ragione per mettere in tavola le verdure estive: la luce del sole le rende ancora più ricche di vitamine e minerali. Ecco alcune ricette che esaltano il gusto degli ortaggi, e in più, le indicazioni per fare le conserve

In piena estate le verdure hanno un gusto intenso e risultano una vera miniera di principi nutritivi. La maturazione all’aria aperta e alla luce naturale consente infatti di sviluppare appieno sia gli aromi che le diverse sostanze nutrienti e protettive, come carotenoidi e flavonoidi, preziose per le loro proprietà antiossidanti. Utilizzateli abbondantemente, anche per aiutare la pelle a rigenerarsi dopo l’esposizione al sole. Non scordate, infine, di mettere da parte qualche conserva: vi regalerà un raggio di estate che darà sapore e colore anche alle giornate più grigie.

Verdure estive sotto vetro: ecco 3 ricette semplici e stuzzicanti

Gli ortaggi sotto vetro non hanno le stesse caratteristiche nutrizionali di quelli freschi, perché la cottura prolungata riduce il contenuto di alcune vitamine come la C. tuttavia rappresentano una buona sorgente di minerali e di forti antiossidanti, come il rosso licopene. Scegliete per le vostre conserve verdure al giusto grado di maturazione o, piuttosto, leggermente acerbe, ben sode e di medie dimensioni. Usate vasetti sterilizzati. Riempiteli fino a un centimetro dal bordo e prima della bollitura avvitate strettamente i tappi, quindi svitateli per due giri. Durante la bollitura avvolgete i contenitori con uno strofinaccio e immergeteli completamente nell’acqua badando che il livello non scenda. Terminata la sterilizzazione avvitate perfettamente i tappi e lasciate raffreddare i vasetti prima di riporli in dispensa. Tutte le ricette che seguono sono pensate per riempire dei vasetti di vetro a chiusura ermetica di medie dimensioni.

Conserva di pomodori all’ischitana

Ingredienti: mezzo chilo di pomodori perini maturi, 2-3 foglie di basilico, 1 cucchiaino di aceto, una presa di sale.

Sbollentate i pomodori per qualche istante, sbucciateli e tagliateli in 4. Sistemateli in un vasetto fino a riempirlo completamente, premendo il contenuto il più possibile. Unite il sale, l’aceto, il basilico lavato e asciugato e chiudete bene. Immergete il vaso in una pentola colma di acqua fredda e fatelo bollire per 30 minuti. Questa conserva si mantiene per un anno.

Peperoni piccanti sott’aceto

Ingredienti: 150 g di peperoncini rossi piccanti, 150 g di peperoncini verdi dolci, 40 ml di aceto di vino bianco.

Lavate con cura i peperoncini, eliminate il picciolo e lasciateli asciugare. Poneteli quindi a strati alterni in un vasetto di vetro sterile e copriteli completamente di aceto. Devono riposare almeno due mesi prima del consumo.

Melanzane sott’olio

Ingredienti: 3 melanzane, circa 1 l di aceto di vino bianco, qualche peperoncino secco, qualche spicchio d’aglio, origano, olio, sale grosso.

Tagliate le melanzane a fette spesse 1 cm. Immergetele in una pentola contenente aceto in ebollizione. Fatele cuocere per 3-4 minuti. Mescolatele e posatele su uno strofinaccio pulitissimo. Copritele con un altro e lasciatele riposare per una notte. Affettate gli spicchi d’aglio e sminuzzate i peperoncini secchi, privandoli dei semi. Disponete le melanzane a strati in tre vasetti da mezzo kg, alternandole con gli aromi. Quando sono quasi colmi coprite con olio fino al bordo, premendo il contenuto perché si impregni bene.

Ecco 5 ricette sfiziose per portare in tavola le verdure estive.

Peperoni ripieni di riso e salsa di yogurt
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 60 minuti
Ricetta di Carla Barzanò


Melanzane e zucchine marinate al peperoncino
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Brian di verdure al forno
Difficoltà: Facile
Preparazione: 15 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Mila De Franco

Penne al sugo di pomodoro e melanzane
Difficoltà: Facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 0 minuti
Ricetta di Doris Fritzsche

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome