Dall’attenzione all’ambiente al pane a pasta madre, il nuovo superstore Coop

La torta offerta al taglio del nastro, all'inaugurazione del superstore Coop di Parabiago
La torta offerta al taglio del nastro, all'inaugurazione del superstore Coop di Parabiago

Il 20 settembre scorso ero a Parabiago, in provincia di Milano, al taglio del nastro del nuovo superstore aperto da Coop Lombardia. La visita ha avuto un Cicerone d’eccezione: Andrea Colombo, direttore generale di Coop Lombardia.

Attenzione all’ambiente

La mia prima domanda ha riguardato l’attenzione all’ambiente. “Il tetto è coperto da pannelli fotovoltaici” ha spiegato Colombo, “e l’illuminazione è tutta a led”. Inoltre, nel parcheggio sono presenti punti di ricarica per le auto elettriche. “Basta il tempo medio di una spesa per ripartire con l’auto carica” ha spiegato.

Freschi e freschissimi

Una pagnotta da 7 kg e mezzo
Una pagnotta da 7 kg e mezzo...!

Siamo passati nel reparto ortofrutta, con un grande spazio dedicato al biologico. “Abbiamo dato molto spazio ai prodotti freschi e freschissimi” ha spiegato il direttore, indicando i vari banconi di carne, pesce e pane. E al bancone del pane la sorpresa: “Uao, il pane a pasta madre fatto dal supermercato!” non ho potuto trattenermi dall’esclamare. Anche perché, oltre ad alcune tipologie di media pezzatura, erano in bella mostra delle pagnotte eccezionalmente grandi. “Abbiamo introdotto il pane a pasta madre, più digeribile e anche di lunga conservazione” notava Colombo.


Spazio alle capsule del caffè

Le capsule per caffè bio, eque e compostabili
Le capsule per caffè bio, eque e compostabili

Segno dei tempi, vista la crescente sostituzione delle classiche caffettiere con le macchine a capsule (sarò l’ultima a usare la caffettiera? Mah…!), le macchine per caffè Coop e capsule di tutti i tipi hanno un’isola dedicata. Notavo che il tipo con caffè biologico e del Commercio equo, in capsula compostabile, costava tanto quanto le altre tipologie.

Raccontare i valori Coop

Lo scaffale racconta la storia delle uova Coop
Lo scaffale racconta la storia delle uova Coop

“Mi sono accorto che tante nostre prerogative di qualità, anche etica, non sono abbastanza conosciute” notava Colombo. Per questo nel nuovo superstore alcune prodotti hanno una cornice che racconta delle specifiche di qualità nella produzione, come nel caso delle uova, con la cronologia dell’evoluzione delle scelte nel prodotto a marchio. “Nei prodotti a marchio Coop gli antibiotici sono banditi dall’allevamento delle ovaiole – e quindi non si ritrovano nelle uova. Non sono utilizzati neanche nella produzione della carne avicola, mentre per quanto riguarda le altre tipologie di allevamento, non possono essere usati negli ultimi 6 mesi di vita degli animali” spiegava Colombo.

Commercio equo in vista

Il nuovo prodotto di Libera, l'hummus
Il nuovo prodotto di Libera, l'hummus

Un’altra “isola” era quella dei prodotti di Libera, ottenuti nei terreni sequestrati alla mafia. “Si trovano raggruppati solo 4 volte all’anno, quando sono in promozione per la Festa del giusto” specificava il direttore. Per il resto, come gli altri prodotti del Commercio equo e solidale non li ghettizziamo ma li teniamo a scaffale con le altre marche dello stesso prodotto, così che l’acquirente li possa vedere e confrontare”. Colombo mi ha fatto notare un nuovo prodotto, l’hummus bio in barattolo. Finita la visita, sono tornata e l’ho acquistato, e l’ho provato ieri sera con mio marito, a cena. A lui è piaciuto più che a me, che non vado pazza per il cumino che si sentiva nettamente – come d’altronde è giusto che sia. Ma i gusti sono gusti, io continuerò a prepararlo in casa con la ricetta del nostro chef Michele Maino, e spesso è proprio con i ceci di Libera.

Per chi desidera un approfondimento tecnico su questa apertura, consiglio il post di GDOWeek

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome