Scuola di cucina
Sushi fatto in casa

sushi fatto in casa

Ecco svelati i nostri 5 passaggi per preparare a casa un ottimo sushi, in poco tempo e senza fatica, non solo nella versione classica ma anche in quella vegetariana e vegan

Un sottile foglio di alghe dal delicato gusto di mare che racchiude un ripieno a base di ingredienti salutari. Tra le quattro varianti di sushi che vi presentiamo, solo una contiene il classico pesce che nelle altre viene sostituito da tofu, seitan o formaggio per un’inedita mescolanza di sapori d’Oriente e Occidente. Ogni ricetta prevede 4 porzioni abbondanti, ma se avete tempo provate a preparare più tipi di sushi insieme.

I 5 passi per confezionarli

1 Stendete sul piano di lavoro il classico stuoino di bambù giapponese o una tovaglietta di paglia flessibile.
2 Adagiate un foglio di alga nori per sushi (misura circa 18 cm x 21 cm) con la parte più lucida verso lo stuoino e il lato più corto verso di voi.
3 Stendete il cereale scelto sul foglio di nori lasciando liberi 2 cm di bordo dalla parte della lunghezza e formando uno strato compatto e alto al massimo 1 cm.
4 Sistemate al centro del rettangolo di riso gli ingredienti previsti per la farcitura. Tutti i “bastoncini” indicati nelle ricette sono lunghi circa 7 cm: messi uno dopo l’altro per il lungo arrivano, difatti, ai 21 cm del foglio di nori. Quindi arrotolate il sushi da sinistra verso destra aiutandovi con lo stuoino. Inumidite i bordi e sigillateli premendo con cura. Mettete i sushi a riposare in frigorifero per qualche ora.
5 Portate i rotoli a temperatura ambiente, tagliate ciascuno in 8 pezzi con un coltello molto affilato e servite.

Sushi con totani allo zenzero
Tempi di preparazione: 30’ Tempi di cottura: 25’
Per 48 pezzi: 250 g di anelli di totano, 150 g di riso superfino, 150 g di sedano, 120 g di carota grattugiata, una decina di pomodorini, 1 limone, 80 g di zenzero grattugiato, 6 fogli di alghe nori, 1 cucchiaio di capperi, 4 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, 2 cucchiai di aceto, 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi, salsa di soia, sale
Lasciate a bagno il riso per 30 minuti, sciacquatelo più volte e lessatelo al dente in 400 ml d’acqua e poco sale fino a quando il fondo è asciutto. Conditelo con un cucchiaio d’olio e 2 cucchiai di succo del limone.  Lessate gli anelli di totano in acqua con l’aceto per 25 minuti; poi scolateli e divideteli in 18 striscioline. Mescolate lo zenzero e la carota grattugiati con 2 cucchiai d’olio, l’acidulato di umeboshi e un cucchiaio di salsa di soia. Adagiate il foglio di alga nori sulla stuoietta, copritelo con un sesto del riso e disponete al centro per il lungo una fila di spicchi di pomodorino, qualche cucchiaiata di carote e zenzero, 3 strisce di totano. Arrotolate e proseguite col resto come descritto nel box sopra. Servite il sushi con una salsa preparata frullando insieme il sedano, i capperi dissalati, un cucchiaio d’olio e 2 di succo di limone.

Sushi con formaggio e olive

Tempi di preparazione: 25’ Tempi di cottura: 20’ Va preparato in anticipo
Per 48 pezzi: 6 carote, 150 g di riso superfino (preferibilmente tipo Roma), 150 g di avocado, 120 g di formaggio di capra fresco, 2 pomodori perini sodi, 1 limone, 12 olive nere sminuzzate, 6 fogli di alghe nori, 1 spicchio d’aglio, qualche rametto di basilico, 1 rametto di timo, 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi, 3 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, sale
Lasciate a bagno il riso per mezz’ora, quindi risciaquatelo finché l’acqua sarà limpida. Lessatelo in 300 ml d’acqua poco salata, poi conditelo con un cucchiaio d’olio, uno di succo del limone e il basilico spezzettato finemente. Lessate al dente le carote. Riducetene una in 12 bastoncini, quindi riducete le altre in tocchetti e conditele con il restante olio, l’acidulato di umeboshi, 2 cucchiai di succo del limone, lo spicchio d’aglio e il timo tritati. Pelate i pomodori, frullateli e mescolate la crema ricavata col formaggio e con le olive. Pelate l’avocado tagliandolo per il lungo ricavate 12 bastoncini, bagnateli con poco succo del limone. Disponete un foglio di alga nori sulla stuoia, copritela con un sesto del riso, sistemate al centro per il lungo la crema di formaggio, 3 bastoncini di carota con accanto 3 bastoncini di avocado. Arrotolate saldamente e proseguite nello stesso modo coi restanti ingredienti.  Dividete in 8 pezzi i rotoli riposati e serviteli con le carote al timo.

Sushi di riso integrale e seitan
Tempi di preparazione: 25’ Tempi di cottura: 40’ Va preparato in anticipo
Per 48 pezzi: 150 g seitan, 120 g di riso integrale, 1 peperone verde e 1 giallo, 2 carote, 1 limone, 1 spicchio d’aglio, 6 fogli di alghe nori, 2 capsule di cardamomo, 1 foglia di alloro, 1 rametto di rosmarino e 1 di timo, 1 cucchiaio di curcuma, 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi, 3 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, succo di limone, sale, coriandolo in polvere
Riducete il seitan in 18 bastoncini lunghi 7 cm e marinatelo con un cucchiaio d’olio, uno spicchio d’aglio tritato e il rosmarino sminuzzato. Cuocete a vapore le carote e poi ricavatene 12 bastoncini come il seitan. Lasciate a bagno il riso per mezz’ora, risciaquatelo più volte e lessatelo 300 ml d’acqua leggermente salata, il cardamomo e l’alloro. Una volta cotto, eliminate gli aromi e conditelo con un cucchiaio d’olio e la curcuma. Infornate i peperoni a 180 °C per una ventina di minuti, pelateli e riduceteli in striscette lunghe come il seitan, poi conditeli con olio, il restante aglio tritato, il timo e una presa di coriandolo. Di seguito, dorate in padella il seitan.  Stendete un foglio di alga nori sulla stuoietta, copritela con un sesto del riso e ponetevi al centro, per il lungo, 3 strisce di peperone verde con accanto 3 di peperone giallo e 3 bastoncini di carota, un pochino di umeboshi e 3 bastoncini di di seitan. Arrotolate e proseguite nella lavorazione come spiegato nella pagina precedente. Fate riposare in frigorifero. Servite i sushi tagliati in 8 bocconcini insieme ai peperoni al timo e alle carote rimasti.

Sushi di miglio e tofu con fagiolini e perle di mirtillo
Difficoltà: Media
Preparazione: 40 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here