Sono come le ciliegie: una tira l’altra. A ogni età, è difficile resistere a un piatto di morbide, dorate e sfiziose polpette. Non c’è famiglia che non abbia una ricetta speciale, magari tramandata da generazioni. A questa aggiungiamo le nostre varianti: dalle polpette di legumi e verdure a quelle messe nella pastasciutta, alle classiche di carne o pesce

5 ricette per le polpette: Pennette con polpettine di ricotta e zucchine - Polpette di baccalà al timo in salsa di pomodoro - Polpette di tacchino alle erbe aromatiche - Polpettine di ceci alle olive in salsa aromatica di carote - Polpette al forno di ricotta ed erbette

È vero, con la loro crosta croccante e l’interno morbido e saporito le polpette sono sempre molto invitanti ma, oltre al sapore, racchiudono anche altre qualità. Ad esempio, sono predilette dalle mamme perché servono a riciclare in modo veramente eccellente ogni tipo di avanzo. Inoltre, aiutano a prendere per il naso tutti quei bambini che con difficoltà mangiano le verdure o alcuni legumi e che, invece, sotto forma di polpetta li trovano squisiti.
Largo dunque a queste deliziose palline che possono essere servite come antipasto sfizioso o come secondo, che si mangiano calde ma a volte sono ottime anche fredde, che di solito si servono  appena fritte ma possono essere anche messe a insaporire in una salsina di pomodoro.
Il procedimento di base è uguale per tutte: si tritano gli ingredienti e si amalgamano con l’uovo che li legherà insieme. Il resto è lasciato alla nostra fantasia perché nelle polpette si può inventare veramente di tutto. O quasi. Certo, fritte sono buonissime, ma possono essere anche preparate al forno. In questo caso bisogna aggiungere un cucchiaio d’olio all’impasto, disporle in una teglia unta e versare un filo d’olio anche sulla superficie prima di infornare a 180 °C.

Buono a sapersi

L’impanatura
Questa va fatta con molta attenzione: deve essere omogenea e il pangrattato deve aderire perfettamente, altrimenti durante la frittura si perderà nell’olio e non si formerà la bella crosticina dorata che è la caratteristica di ogni polpetta. Vi consiglio di adagiarla sul pangrattato, di rotolarcela dentro, di prenderla poi in mano, di premerla con delicatezza ma anche con una certa decisione e di ripetere le operazioni indicate una seconda volta. Quando il composto è molto morbido è meglio infarinarsi le mani prima di cominciare a lavorarlo per dargli la forma voluta.

La cottura
Per friggere le polpette piccole, dovete utilizzare una quantità d’olio sufficiente a farle galleggiare, soprattutto se il composto è morbido: in questo modo eviterete il pericolo che si disfino quando le girate. Per risparmiare olio, utilizzate una padella piccola e friggetele un po’ alla volta.

Ecco alcune ricette semplici e leggere da gustare con passione!

Pennette con polpettine di ricotta e zucchine
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Giuliana Lomazzi

Polpette di baccalà al timo in salsa di pomodoro
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Grazia Balducci

Polpette di tacchino alle erbe aromatiche
Difficoltà: Facile
Preparazione: 50 minuti
Cottura: 25 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Polpettine di ceci alle olive in salsa aromatica di carote
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Giuseppe Capano

Polpette al forno di ricotta ed erbette
Difficoltà: Media
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here