Ricette con fave e piselli

Perle di gusto

Foto di Laila Pozzo
Siete poco pratici a cucinare i legumi freschi come piselli e fave? Ecco allora alcuni consigli giusti per acquistarli, conservarli e prepararli e tante ricette semplici e golose

Più consumati i piselli, un po’ più di nicchia le fave, questi legumi sono utilizzati tutto l’anno nelle forme più diverse: surgelati, essiccati, in farina, già lessati in scatola. Eccoli allora nel loro “momento migliore” quando li troviamo freschi sui banchi dei mercati, tutti da scoprire, valorizzare e gustare. Quindi mi sembra giusto cogliere l’occasione per presentarvi una serie di ricette, idee e spunti per approfittare al massimo di questi tesori ben protetti dai loro baccelli. Buona fonte di proteine, fibre, vitamine e minerali, ma anche e soprattutto di sapore, questi legumi trovano spazio in primi, secondi piatti, zuppe, piatti nostrani oppure dal sapore esotico e… perfino dolce.

Quel che c’è da sapere per risultati da 10 e lode

Freschi sono buoni anche i baccelli
All’acquisto, è bene scegliere piselli e fave dai baccelli non troppo grandi, ben sodi e compatti, dal colore brillante e non avvizziti. L’ideale è acquistarli e consumarli in tempi piuttosto brevi, senza farli stazionare troppo a lungo in frigorifero. Ciò è particolarmente importante per garantirci legumi più freschi, teneri e gustosi, ma anche perché, visto che lo scarto è importante e i baccelli sono anch’essi commestibili, si avrà così l’opportunità di consumare anche questi ultimi, ottimizzando l’acquisto. Infatti, avendo l’accortezza di scegliere legumi da coltivazione biologica, i baccelli freschi di fave e piselli possono essere utilizzati per brodi, creme o minestre, ma anche gratinati o saltati in padella.

Come prepararli e cuocerli
Una volta sgusciate, le fave presentano ancora un’ulteriore pellicina che le ricopre, più sottile quando sono piccole e giovani e più spessa col passare del tempo. Per eliminarla è sufficiente sbollentare le fave in acqua leggermente salata per pochi secondi, verrà via facilmente. In seguito, le fave si possono consumare così come sono (tipico è l’abbinamento “fave e pecorino”, presente come antipasto o merenda in molte regioni), oppure utilizzarle nelle varie ricette. Se si desidera prepararle semplicemente, le fave si possono cuocere in acqua bollente leggermente salata, oppure al vapore, per mantenere il bel colore brillante. Anche se talvolta i più giovani e freschi vengono mangiati anche crudi, i piselli contengono alcune sostanze cosiddette anti-digestive, pertanto è preferibile consumarli cotti, lessandoli in acqua leggermente salata (che può poi essere utilizzata per zuppe e minestre) oppure al vapore.

Così si conservano a lungo
Il periodo nel quale acquistare fave e piselli freschi è piuttosto limitato, però possiamo approfittarne per fare qualche piccola scorta casalinga. Ad esempio congelandoli dopo averli sgusciati e sbollentati per 3 minuti circa e lasciati ben asciugare. L’ideale è riporre in freezer fave e piselli ben stesi in vassoi e poi riunirli in sacchetti quando saranno ben congelati. Ben chiusi in appositi sacchetti o contenitori da freezer, si conservano per circa 6 mesi e li potremo utilizzare come fossero freschi.

Adesso largo alle padelle!

Insalata tiepida di quinoa alla vignarola
Difficoltà: facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 40 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Lasagne di baccelli di fave con ragù alla soia
Difficoltà: Media
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 75 minuti
Ricetta di Lisa Casali

Padellata di tempeh, fave e asparagi con salsa alla curcuma
Difficoltà: facile
Preparazione: 30 minuti
Cottura: 15 minuti
Ricetta di Diletta Poggiali

Spezzatino di soia con piselli freschi e carote
Difficoltà: facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 30 minuti
Ricetta di Paola Galloni

Zuppa di piselli all'indiana con toast all'avocado
Difficoltà: Media
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Gelato di piselli con fragole e menta
Difficoltà: facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Diletta Poggiali

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here