Cucina internazionale
Piatti unici dal mondo

5 | 1 voto/i

Il piatto unico è molto di più della pasta al ragù: è un modo per mangiare equilibrato, per accelerare i tempi e molto altro, non ultimo, lavare meno stoviglie!

Ormai da qualche anno il piatto unico incontra sempre più consensi, soprattutto per il pranzo di lavoro e in particolare nella bella stagione. I motivi sono diversi, ma sostanzialmente riconducibili a uno: il minor tempo disponibile per dedicarsi alla cucina e per stare a tavola nella ridotta pausa lavoro.

Il piatto unico stimola la creatività, il piacere di accostare armoniosamente i sapori e il recupero di antichi saperi, che non sono in disaccordo con le esigenze di oggi. Oltre a tutto ciò, il piatto unico ha dalla sua altri vantaggi sul versante del benessere. Ma perché possa agire in questo senso occorre che sia composto correttamente.

Un modello equilibrato

Spesso il piatto unico viene confuso con la veloce pastasciutta al pomodoro che magari mangiamo a pranzo per fare prima. Invece è qualcosa di più complesso perché comprende in sé tutti i macro e micronutrienti necessari per un pasto equilibrato: proteine, carboidrati, fibre, antiossidanti, minerali e vitamine. Come tale, può rappresentare un pasto completo a tutti gli effetti, con il vantaggio che la portata singola aiuta a ridurre le dosi e di conseguenza le calorie. Provate infatti a radunare in un solo piatto il primo e il secondo con il contorno, istintivamente comincerete a ridurre le porzioni! Anche solo visivamente ci si rende conto subito di quanto si sta mangiando. E la riduzione calorica può essere notevole, tanto più che avviene inevitabilmente anche sul versante dei grassi.

Costruire il piatto unico

Ecco un elenco dei componenti del piatto unico:

  • Proteine animali e vegetali: carne, pesce, latticini, uova, legumi e tofu.
  • Carboidrati: frumento e derivati, farro, riso, mais, orzo, avena, grano saraceno, segale, miglio, quinoa, amaranto, patate, castagne.
  • Antiossidanti: ortaggi, frutta, legumi.
  • Fibre: vegetali in genere.
  • Vitamine: vegetali in genere.
  • Condimenti: olio extravergine, erbe aromatiche, spezie, sale marino integrale.

Combinare i gruppi di ingredienti

Cereali e verdure: sostanzialmente è un primo piatto condito con abbondanti verdure e completato da una proteina.

Minestroni e zuppe: di nuovo verdure, accompagnate da pasta o pane o altri cereali, ma questa volta in brodo.

Focacce, pizze e torte salate: una base di pasta (da pane, fillo o brisée) con una farcia di verdure, accompagnate per lo più da formaggio. Ma si può fare a meno di proteine animali ricorrendo a tofu e legumi.

Legumi e cereali: prendiamo come esempio un classico contorno, rappresentato da fagioli lessi e cipolle al vapore, da servire con pane, ma volendo anche con un piatto di riso.

Proteine con verdure: per esempio la fricassea di peperoni, con feta e pane di mais, oppure il purè di ceci al pomodoro, un piatto greco da servire con pane o riso.

Legumi con semi oleosi e frutta: per esempio il cuscus, sia di sole verdure e legumi oppure di pesce.

Quindi in un solo piatto l’intero pasto: ecco 6 proposte, non solo della cucina italiana, da gustare.

Cuscus saporito con ceci e pomodori secchi alla menta
Difficoltà: Facile
Preparazione: 10 minuti
Cottura: 5 minuti
Ricetta di Barbara Toselli

Pizza di riso e patate con mozzarella, pomodori e asparagi
Difficoltà: facile
Preparazione: 35 minuti
Cottura: 50 minuti
Ricetta di Antonio Zucco

Penne integrali alla curcuma con piselli e ricotta
Difficoltà: facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 35 minuti
Ricetta di Tiziana De Rango

Tajine di pesce e verdure
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 45 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Lasagnette di pane azzimo con pomodorini e formaggio di pecora
Difficoltà: Facile
Preparazione: 25 minuti
Cottura: 18 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

Tabulè ricco con ortaggi
Difficoltà: Facile
Preparazione: 20 minuti
Cottura: 10 minuti
Ricetta di Carla Barzanò

 

Piatti unici dal mondo - Ultima modifica: 2019-04-08T09:10:16+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome