Variazioni in cucina
La polenta pasticciata

Foto di Laila Pozzo

Piatto unico adatto a tante occasioni, la polenta pasticciata offre il potere saziante del mais e il piacere di gustare condimenti diversi. Ecco 4 versioni tutte da provare: classica, vegan, light e con più fibre

Piatto classico della tradizione contadina la polenta è bella da vedere, saziante e priva di glutine. È sempre accolta con piacere a tavola, sotto qualsiasi forma, e con il suo gusto neutro si abbina a tanti ingredienti diversi.

Vi proponiamo 4 versioni per realizzare la polenta pasticciata: due decisamente autunnali con i funghi freschi e la zucca, mentre prevedono abbinamenti meno noti le altre due con il ragù di soia e le lenticchie.

Se volete accorciare i tempi di cottura utilizzate la farina di mais precotta per polenta istantanea, oppure della polenta pronta che vi è avanzata (ne servono circa 800 g per 4 porzioni). Ma per un gusto più pieno trovate il tempo di cucinare quella tradizionale.

Variante light

Polenta con zucca e porri

Per 4 persone: 400 g di zucca, 200 g di porri, 200 g di farina di mais precotta per polenta istantanea, 120 g di pecorino a media stagionatura, 1 spicchio d’aglio, 1 rametto di timo e 1 di rosmarino, 3 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, succo di limone, sale.

Cuocete la polenta in 1 l d’acqua salata a bollore per 5 minuti, sempre mescolando, poi rovesciatela su un tagliere. Dorate la zucca tagliata a fettine spesse 2 cm con poco olio, l’aglio tritato, timo, rosmarino e poco sale. In un tegame coperto stufate il porro affettato con olio, 2 cucchiai d’acqua e una presa di sale. Tagliate la polenta a fette spesse 1 cm. Stendetene uno strato in una pirofila oliata spolverandola con metà del pecorino. Ricoprite con la restante polenta, completate con il pecorino e infornate a 180 °C per 20 minuti.

Variante con più fibre

Polenta integrale con lenticchie

Per 4 persone: 250 g di ortaggi misti per minestrone, 200 g di farina di mais integrale precotta per polenta istantanea, 120 g di lenticchie piccole cotte, 80 g di parmigiano grattugiato, qualche rametto di rosmarino e di timo, 4 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, sale Lessate gli ortaggi misti con 800 ml d’acqua, un cucchiaio d’olio e sale.

Frullateli aggiungendo, se occorre, l’acqua per raggiungere 900 ml e riportate a bollore. Cuocetevi la polenta per 5 minuti e rovesciatela in uno stampo da plumcake oliato. Affettate la polenta fredda e disponetela in un unico strato in una pirofila oliata, cospargetela con le lenticchie e con una salsa preparata con parmigiano, timo e rosmarino tritati fini, 3 cucchiai d’olio e poca acqua. Infornate a 180 °C per 20 minuti.

Variante vegan

Polenta al ragù di soia

Per 4 persone: 400 g di pomodori pelati, 250 g di farina di mais precotta per polenta istantanea, 80 g di granulare di soia, 30 g di farina, 1 carota, 1 gambo di sedano, 1 cipolla, 1 rametto di rosmarino, 1 foglia di salvia, 300 ml di latte di soia, mezzo bicchiere di vino bianco secco, 4 cucchiai d’olio e. v. d’oliva, sale, noce moscata.

Lessate la polenta in 1 l d’acqua salata per 5 minuti e rovesciatela su un tagliere. Tritate carota, sedano, cipolla e rosolateli con 2 cucchiai d’olio e poco sale. Unite la soia, già lessata per 5 minuti, il rosmarino e la salvia. Dopo 5 minuti sfumate col vino, unite i pomodori, salate, coprite e proseguite per 50 minuti. Preparate la besciamella con il latte di soia, la farina, un cucchiaio di olio e una presa di noce moscata. Tagliate la polenta a fette spesse 1 cm e disponetene uno strato in una pirofila oliata. Cospargete il ragù e poi metà besciamella. Formate un secondo strato di polenta, terminando con la besciamella. Infornate a 180 °C per 25 minuti.

Variante classica


La polenta pasticciata - Ultima modifica: 2020-10-15T08:21:28+02:00 da Redazione
La polenta pasticciata - Ultima modifica: 2020-10-15T08:21:28+02:00 da Redazione

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome