5 | 1 voto/i

Vi racconto in questo scritto come poter realizzare un olio piccante con più sentori aromatici utilizzando come base, oltre a un ottimo olio extravergine, il salutare e intenso peperoncino che ha una storia e origine decisamente di vecchia data!

Il peperoncino è entrato a far parte della nostra cucina e del modo di condire il cibo, soprattutto nelle regioni del sud Italia, da tempo ormai remoto.

Oggi il peperoncino in senso lato si trova in realtà in una ricca e variopinta forma di tipologie dai molteplici gradi di piccantezza con differenze a volte notevoli, tutte però appartengono al genere Capsicum originario dell'America a sua volta appartenente alla famiglia delle Solanacee.

Secondo attendibili e nuovi studi genetici sembra che tutte le specie di peperoncino hanno un unico antenato comune databile a circa 16,8 milioni di anni fa, da qui si intuisce bene che questo nostro piccante condimento ha avuto tutto il tempo che voleva per trasformarsi nelle tante varietà oggi esistenti!

Al pari degli studi sull’origine ci sono quelli sull’interazione del peperoncino con tematiche prettamente di salute, dove i pochi contro non offuscano minimamente i notevoli pregi in fatto di benessere e credetemi sono veramente infiniti.

Ma non è di questi che volevo oggi parlarvi quanto piuttosto della richiesta che spesso mi viene posta rispetto alla preparazione di un olio piccante da condimento speciale o quanto meno meno scontato della classica accoppiata olio e peperoncino.

E oltre alla piacevolezza di un condimento piccante fatto da se c’è anche poi la praticità di avere a disposizione un modo per conservare nel tempo le prerogative organolettiche del peperoncino esaltandole allo stesso tempo.

Tempo fa per un progetto incentrato sui condimenti da portare in tavola avevo ideato un olio piccante con più sentori aromatici che volevo mettere anche a vostra disposizione.

Per realizzarlo lavate e asciugate due piccoli rametti di rosmarino e due foglie di alloro fresco, con l'aiuto di spago da cucina legate al loro interno due piccoli spicchi d'aglio, una piccola stecca di cannella e un quarto di un baccello di vaniglia, in modo tale che non possano fuoriuscire.

Se vi sembra troppo precario legare gli aromi con uno spago semplice avvolgeteli prima in una comune garza, naturalmente nuova e ben pulita!

Fatto questo metteteli in un barattolo di vetro scuro, aggiungete uno o due peperoncini possibilmente della varietà Diavolilli (ma questo è a mio gusto voi siete liberi anche di scegliere altro), lavati, asciugati e leggermente incisi da un lato.

A questo punto coprite con 200 ml di olio extravergine d'oliva, chiudete e conservate un mese nella parte meno fredda del frigorifero eliminando prima dell'uso le sole erbe aromatiche.

Potete modulare erbe e spezie aromatiche a vostro piacimento, ma in questo modo l’olio che realizzerete non sarà solo piccante, ma porterà con se profumi molto più coinvolgenti e vincenti.

Red Chili Peppers Tied with Rope on Wood
5 | 1 voto/i

Un condimento aromatico al peperoncino - Ultima modifica: 2020-03-06T08:59:39+01:00 da Giuseppe Capano
Un condimento aromatico al peperoncino - Ultima modifica: 2020-03-06T08:59:39+01:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome