5 | 2 voto/i

L’evoluzione della cucina segue in parallelo quella del mercato e la ristorazione mondiale è risultata in forte crescita nello scorso anno mentre si attendono i dati aggiornati del 2019, nuove esigenze si intrecciano con nuovi cibi e modelli alimentari, cambia anche il modo e dove si desidera consumare un piatto pronto con aspetti sorprendenti!

Il mercato legato alla cucina come attività di produzione pasti è in continua evoluzione, ingloba settori una volta estranei e conia termini sempre più specifici e sofisticati per cercare di identificare meglio singoli aspetti che sempre più diventano cardini importanti a cui guardare.

Non riguarda come si potrebbe pensare solo un ambito tecnico professionale, anche a livello domestico abitudini e metodi di preparazione sono influenzati dallo sviluppo e dall’evoluzione delle scelte e tendenze alimentari globali, qui più che mai si avverte nel bene e nel male l’effetto di una globalizzazione del cibo.

In questo senso è importante monitorare sempre con attenzione l’evoluzione della ristorazione che riguarda tutti quelli che amano il cibo, soprattutto se sano e legato intimamente a gusto e salute.

Tecnicamente si parla di mercato foodservice quando ci si riferisce al servizio di ristorazione collegato direttamente alle innovazioni tecnologiche e alle nuove professioni che si affermano sul mercato del lavoro dove sempre più figure specializzate affiancano quelle storiche di semplice gestore, cameriere o cuoco di cucina.

La ristorazione mondiale è risultata in forte crescita in tutto il 2018 e tutto fa presagire un andamento analogo anche nel 2019, ma sono soprattutto aree geografiche per noi più estranee a registrare le migliori performance.

In particolare l’area dell’Asia nel suo complesso, un bacino di popolazione elevato che condiziona molto sia la produzione che la modalità di somministrazione del cibo scombinando spesso vecchie abitudini e introducendone di nuove che poi arrivano anche alle nostre latitudini.

Spicca in tutto questo l’enorme influenza che ha sull’evoluzione del mondo della cucina il consumo di pasti fuori casa che nel resto del mondo sta diventando predominante.

Tra cibo da strada spesso economicamente conveniente, pasti portati direttamente a casa o in ufficio a ogni ora del giorno e esigenze alimentari sempre più specializzate con problematiche relative alla necessità di escludere determinati alimenti il modo di cucinare è costretto a una continua trasformazione.

In alcuni paesi, con in prima fila l’Italia, il piacere e la convivialità di incontrarsi in ambienti piacevoli rimane la principale motivazione alla base dei consumi fuori casa, ma sempre più anche da noi si preferiscono situazioni alternative e più elastiche rispetto alle abitudini quotidiane, in particolare per chi abita in grandi città.

Nell’ambito soggettivo domestico che da questa analisi breve sembra fare la parte della cenerentola schiacciata tra il consumo di pasti al ristorante e pasti che arrivano belli e pronti da fuori credo tuttavia si possa fare ancora molto.

Rimane ampiamente sottovalutato ad esempio il ruolo della cucina come vera e propria terapia che né il ristorante né la consegna a domicilio possono minimamente sostituire.

Ma anche tanti altri aspetti e il compito di chi mette sullo stesso piano sia il piacere di consumare con gusto sia quello di preparare il cibo conscio del benessere ricevuto dal gesto in se è proprio quello di aiutare il più possibile alla consapevolezza di questo.

La cucina si evolve insieme al mercato alimentare - Ultima modifica: 2019-12-13T13:50:48+00:00 da Giuseppe Capano

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome