Più calcio a tavola? Così è facile (parte seconda)


Oltre all’assunzione di alimenti ricchi di calcio è anche importante correggere le abitudini alimentari che indeboliscono le ossa.

6 Aggiungete un cucchiaino o un cucchiaio di parmigiano alla pastasciutta o alla minestra serale. Oppure mangiate un tocchetto di parmigiano (30 g) che vi garantisce molto calcio in una piccola porzione. Ovviamente va considerato come secondo, da accompagnare con un bel piatto di verdure. E non tutte le sere: un’alimentazione variata è il sistema migliore per evitare eccessi e garantire in forma equilibrata tutte le sostanze utili per il nostro organismo.

7 Sostituite l’acqua oligominerale in bottiglia con l’acqua di rubinetto, senz’altro più ricca di calcio. Anche l’adozione di acque minerali calciche, può essere consigliabile, specie se non si riesce a mangiare bene.

8 Bevete con moderazione caffè, tè e bevande alcoliche: la caffeina aumenta le perdite di calcio con le urine mentre l’alcol svolge un’azione tossica diretta sulle cellule coinvolte nel rimodellamento osseo. Imparate ad apprezzare altre bevande come il tè verde (che comunque ha un po’ di teina) oppure tè giapponesi con pochissima o zero caffeina, come il bancha o il kukicha. Per non parlare dalla miriade di infusi di erbe aromatiche: veramente ce n’è per tutti i gusti.

9 Fate attenzione alle diete iperproteiche e a non esagerare con le proteine: giuste sono indispensabili, troppe demineralizzano lo scheletro.

10 Prestate attenzione anche all’apporto di sale che deve essere corretto. Il rene aumenta notevolmente  l’escrezione di calcio in presenza di eccesso di sodio. Di conseguenza, riducendo l'assunzione di sodio a pochi grammi (alcuni consigliano una dose di 2, 3 mg di sodio al dì, che equivalgono a 5 g di sale), è possibile mantenere più calcio nell'osso. Evitate di aggiungere sale a tavola ma salate moderatamente solo mentre cucinate. In più, insaporite il più possibile con erbe e spezie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome