Neo mamme stressate? Attenzione al peso dei bebè, specie se femmine

Secondo una ricerca tedesca, lo stress percepito dalla madre durante il primo anno di vita aumenta il rischio dei figli di diventare sovrappeso anche a lungo termine.

3.7 | 3 voto/i

Se c’è una cosa certa riguardo all’obesità o al sovrappeso infantile è che la prevenzione risulta fondamentale. L’eccesso di adipe già nell’infanzia può comportare dei rischi per la salute non solo per il bambino ma anche per l’adulto che verrà. Perciò è interessante segnalare il risultato di questo lavoro coordinato da un gruppo di ricercatori tedeschi appena pubblicato su BMC Public Health che hanno rilevato un legame tra le condizioni psicologiche delle neo mamme e l’eccesso di peso dei figli. "Durante il suo sviluppo, a partire dalla gestazione fino ai primi anni di vita”, spiega spiega la nutrizionista Kristin Junge, tra gli autori dello studio, “il bambino  è particolarmente sensibile alle influenze esterne, come quelle delle mamme, che possono portare a malattie o obesità".

In particolare, i ricercatori hanno analizzato se e in che modo lo stress materno percepito fino ai primi due anni di età, abbia influenzano lo sviluppo del peso dei piccoli fino ai cinque anni. Per riuscirci hanno analizzato i dati già disponibili di un importante studio tedesco a lungo termine dedicato allo sviluppo infantile con particolare attenzione allo stile di vita, all'inquinamento ambientale e al successivo verificarsi di allergie, malattie respiratorie e obesità. (LiNA).

Un effetto che dura a lungo

Tornando alla ricerca in questione, questa si è basata sui dati di circa 500 coppie madre-figlio.  Gli studiosi hanno determinato l'indice di massa corporea dei bambini e hanno valutato lo stress dalle madri mediante questionari validati che includevano argomenti come preoccupazioni e paure, stati di tensione, capacità di affrontare le richieste quotidiane.  Tante le ragioni trovate per spiegare lo stress: livelli elevati di traffico o rumore, condizioni di vita sfavorevoli oppure  un reddito familiare basso.

Se lo stress percepito dalle madri era elevato durante il primo anno di vita del bambino, c'era un'alta probabilità che il piccolo sviluppasse un indice di massa corporea più alto anche a lungo termine, ossia fino ai cinque anni di vita. Inoltre le bambine sono risultate più a rischio di diventare sovrappeso. Altri studi in passato avevano dimostrano che i fattori psicologici come lo stress materno possono essere vissuti in modo meno intenso o meglio compensati dai figli maschi. Il secondo anno di vita dei bambini è sembrato meno importante per lo  sviluppo del peso, ma in effetti ciò non è strano visto che di solito è il primo anno quello vissuto quasi interamente con le mamme.

Una maggiore attenzione per le mamme

In particolare nel primo anno di vita del bambino lo stress delle madri dovrebbe essere preso sul serio", afferma la nutrizionista. “Le ostetriche, i ginecologi, i pediatri e i medici di base dovrebbero prestare particolare attenzione ai segni di disagio materno". Dopotutto, se le madri venissero aiutate nella fase iniziale offrendo loro un sostegno si potrebbe conseguire un doppio risultato. Da una parte migliorare il benessere materno e dall’altra impedire che i loro figli diventino sovrappeso.

A seguito di questo studio, lo stesso team continuerà a indagare se gli effetti dello stress materno percepito nella prima infanzia si estendono anche oltre i  cinque anni.

Neo mamme stressate? Attenzione al peso dei bebè, specie se femmine - Ultima modifica: 2019-01-13T13:20:17+00:00 da Barbara Asprea

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome