Due passi dopo i pasti migliorano la glicemia


L’abitudine di fare una piccola passeggiata subito dopo mangiato per “avviare” la digestione è un classico consiglio che tutti conosciamo. La novità è che queste brevi camminate svolgono un benefico e duraturo effetto sul controllo della glicemia post-prandiale. Sul numero di giugno di Diabetes Care è stato pubblicato a questo proposito l’interessante studio Three 15-min Bouts of Moderate Postmeal Walking Significantly Improves 24-h Glycemic Control in Older People at Risk for Impaired Glucose Tolerance che ha valutato un gruppo di persone di oltre 60 anni, non obese e che si trovano in una condizione che comunemente viene detta di pre-diabete. Ossia che hanno dei valori intermedi tra la glicemia normale e il diabete: ricordiamo che si parla di diabete quando la glicemia a digiuno è superiore o uguale a 126 mg/dL mentre i soggetti esaminati avevano valori di glicemia a digiuno compresi tra 105 e 125 mg/dL.

15 minuti 3 volte al giorno

Ebbene, queste brevi passeggiate effettuate mezz’ora dopo colazione, pranzo e cena si sono rilevate utili sul controllo della glicemia nell’arco delle 24 ore nello stesso modo di un’unica passeggiata a ritmo più sostenuto di tre quarti d’ora effettuata durante la mattinata o il pomeriggio. È da segnalare, inoltre, che le 3 passeggiatine si sono dimostrate ancora più efficaci della passeggiata “unica” nel ridurre la glicemia nelle 3 ore successive alla cena.

Se poi a queste passeggiate si abbinano dei pasti a contenuto impatto glicemico come quelle che trovate in questa sezione del sito (dal quale è tratta questa salutare e buona insalata di fagioli e pomodori) ancora meglio!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome